Come fare il sale colorato

 Il sale marino oltre ad essere ampiamente utilizzato in ambito alimentare ed in passato per la conservazione dei cibi, esso può essere utilizzato anche in diversi modi creativi e per la cura della persona, in molti infatti sono gli individui che si autoproducono dei sali da bagno che possono essere profumati con delle fragranze particolari o con degli olii essenziali con proprietà particolari, o ancora utilizzano il sale marino per creare particolari centrotavola o elementi decorativi per la casa, colorando questo prezioso ingrediente, se anche voi volete cimentarvi nel dare un tocco artistico, vediamo insieme come colorare il sale:

esistono varie tecniche per colorare il sale e potrete scegliere quella che vi sembra più congeniale, ad esempio potete, dopo aver stabilito la quantità  di sale che intendete colorare, versarlo all’ interno di una bustina di plastica dotata di chiusura ermetica ed aggiungete qualche goccia di colorante alimentare, quindi chiudete la bustina per bene e cominciate ad agitarla in modo tale che il sale si impregni di colore, se notate qualche punto in cui il sale è rimasto ancora bianco, potrete aggiungere qualche altra goccia di colorante e favorire la colorazione del sale, massaggiando delicatamente con le dita. In alternativa potrete colorare il vostro sale con un’ altra tecnica, ovvero foderando una teglia con della carta da forno, versateci sopra il sale e le gocce di colorante, poi indossate un guanto e mescolate con la vostra mano, quando poi il sale avrà raggiunto la colorazione desiderata lasciate la teglia all’ aria  aperta  ad asciugare una notte intera e poi l’ indomani potrete versare il vostro sale colorato all’ interno di bottigliette di vetro trasparenti da chiudere per bene. Altrimenti potrete colorare il vostro sale con i gessetti colorati che dovrete sbriciolare fino a quando essi saranno ridotti in polvere che dovrete poi mescolare al sale.