Come fare il sapone al miele

Le proprietà lenitive, emollienti, cicatrizzanti, calmanti ed antibatteriche del miele sono ormai note ai più, pertanto non è raro trovare il miele molto spesso tra gli ingredienti di preparazioni cosmetiche oltre che culinarie. I saponi che troviamo in commercio ad esempio, sovente hanno l’ indicazione di contenere il miele, ma se si legge attentamente la lista degli ingredienti, ben presto si scoprirà che la quantità contenuta di miele è praticamente piccolissima, perché allora non realizzarlo noi stessi a casa? Vediamo allora come fare il sapone al miele:

per prima cosa procuratevi tutti gli ingredienti che vi occorreranno, ovvero un vasetto di miele, una bottiglia di  acqua distillata, del sapone di marsiglia, degli stampini o in alternativa dei bicchieri di plastica una ciotola ed una pentola. Una volta procurato tutto l’ occorrente ungete gli stampini dove verserete il vostro sapone al miele, con del burro oppure in alternativa dell’ olio, in modo tale da essere agevolati quando andrete ad estrarre le saponette solidificate. A questo punto siete pronti per mettere nel vostro contenitore l’ acqua distillata, il miele, il sapone di marsiglia ( meglio se lo riducete preventivamente in piccole scaglie, magari aiutandovi con una grattugia), poi mettete a sobollire sul fuoco la pentola con l’ acqua ed adagiatevi all’ interno il contenitore con gli ingredienti in modo tale che si sciolgano dolcemente. Aiutatevi con un cucchiaio per amalgamare bene tra loro tutti gli ingredieti, fino a quando non si addenseranno ( se vi fa piacere potete aggiungere anche delle spezie  o dei fiori secchi, per profumare o decorare il vostro sapone). Spegnete il fuoco e prelevate il vostro contenitore, lasciate raffreddare il composto solo pochi secondi e poi versatelo nei vostri stampini ( oppure nei bicchieri di plastica) e conservate in frigo per almeno 15 ore. Trascorso il tempo utile, estraete le saponette ottenute dagli stampini ed adagiatele su dei pezzi di carta, meglio se assorbente e lasciatele scoperte per 4-5 giorni all’ aria aperta prima di utilizzarle.