come fare il soffritto

Per soffritto si intende una preparazione gastronomica a base di verdure, da non confondersi con l’ atto di soffriggere. Si tratta di una ricetta base che si utilizza per realizzare tantissimi piatti come salse, sugli, carne, pesce o verdure stesse. Gli ingredienti che solitamente utilizzano i grandi chef così come le semplici massaie sono cipolla e sedano. Questi ingredienti poi vengono tagliati a cubetti piccolissimi per poi esser stufati in padella con olio extravergine d’oliva ben caldo. Questa preparazione piuttosto semplice in apparenza, in realtà nasconde delle piccole insidie, infatti se le verdure vengono cotte a fiamma troppo alta rischiamo che queste non rilascino al meglio il loro sapore e magari risultino troppo croccanti al palato. Se anche voi allora desiderate preparare al meglio questa ricetta di base, vediamo insieme come fare il soffritto:

per prima cosa dovrete procurarvi tutti gli ingredienti necessario, vale a dire carote 2, cipolle bianche 2, sedano 2 coste, olio di oliva extravergine q.b. ,vino bianco (o acqua) 100ml. Dopo aver predisposto questi pochi ingredienti che potrete diminuire o aumentare ( se intendete conservarlo), passate pure alla preparazione del vostro soffritto pulendo le cipolle, dovrete sbucciarle e dividerle a metà. Quindi ricavatene tanti piccoli cubetti, tagliando a fette prima in verticale e poi in orizzontale. Le carote poi dovranno esser private delle estremità, poi con l’ aiuto di un pelapatate sbucciate le carote, quindi sciacquatele sotto l’acqua. Le carote dovranno essere tagliate a fettine molto sottili ed anche in questo caso otterrete dei cubettini tagliando a fette prima in un senso e poi nell’ altro. Lavate con cura le coste di sedano ed eliminate le foglie esterne e la membrana filamentosa esterna. Dividete le coste a metà e ricavatene tante striscioline quindi tagliuzzatele ancora per ottenere piccoli cubetti. Unite tutte le verdure e mettete a riscaldare in padella sul fuoco dell’ olio extra vergine di oliva, poi unitevi il trito di verdure. Abbiate cura di mescolare di tanto in tanto e di avere la fiamma bassa. A fine cottura potrete sfumare con del vino bianco che insaporirà ulteriormente il soffritto o se preferite un gusto più neutro, con dell’ acqua.