Come fare l’ insalata di riso

L’ insalata di riso è un primo piatto completo, tale da considerarsi come un piatto unico, colorato e goloso, molto adatto alla stagione estiva in quanto è un piatto che si mangia freddo. La sua preparazione è molto semplice, basta preparare il riso( preferibilmente della qualità basmati), cuocendolo in abbondante acqua bollente e scolandolo, poi quando sarà tiepido si potranno aggiungere i condimenti, i quali possono spaziare molto in base al gusto personale, inoltre è possibile arricchire l’ insalata di riso con golose salse, come ad esempio la maionese. Quella che vi proponiamo è la ricetta classica, vediamo allora come fare l’ insalata di riso:

per prima cosa procuratevi tutti gli ingredienti per 8 persone, ovvero 160 g. di olive nere senza nocciolo, 300 g. di pomodori,  300 g. di asiago, erba cipollina q.b., 200 g. di wurstel, 400 g. di condiriso, 160 g. di piselli 400 g. di tonno in scatola, 3 uova sode e 600 g. di riso.

Con gli ingredienti pronti, cominciate pure la vostra preparazione disponendo all’ interno di una ciotola ampia il vostro condimento, quindi i pomodori affettati in pezzetti piccoli, il formaggio ed i wurstel tagliati a  cubetti, le uova sode spezzettate, il condiriso, le olive nere denocciolate, il tonno in scatola sgocciolato, i piselli (cotti) e l’ erba cipollina, lasciate quindi insaporire tutto insieme. Nel frattempo preparate il riso, disponendo all’ interno di una pentola dell’ acqua che porterete ad ebollizione, quindi aggiustate di sale e versateci il riso. Controllate spesso la cottura in quanto il riso dovrà essere scolato al dente, ( se preferite, anzichè cuocere   a parte i piselli, potrete unirli al riso dopo circa 5 minuti di cottura). Quando il riso sarà cotto, scolatelo e per fermare la cottura, fate scorrere su di esso ( all’ interno dello scolapasta) l’ acqua corrente fredda, quindi lasciate sgocciolare per bene ed unitelo nella ciotola ampia con il condimento e mescolate a  dopvere in modo tale che tutti gli ingredienti si amalgamino a  perfezione.