come fare l’ irish coffee

Il caffè irlandese è relativamente insolito tra cocktail nostrani. Esso è  stato creato durante nel 1943 da Joe Sheridan, chef del Foynes Port a Limerick. La bevanda è diventata una specialità dell’ aeroporto e, dopo la guerra, è stata trasferita negli Stati Uniti da un giornalista del San Francisco Chronicle, che convinse il suo bar locale, il Buena Vista Cafe. Nella ricetta originale  si dice che sia stato utilizzato lo zucchero di canna, ma molti usano il  muscovado scuro.La vera ricette preveda aggiunta di una quota  alcolica e crema. Se siete curiosi di assaggiarlo allora, vediamo insieme coome fare l’ irish coffee:

Il segreto per un ottimo caffè preparato in questa maniera prevede il  caffè caldo e la panna molto fredda. Per prepararlo vi occorrono:

50 ml di panna da montare freddissima

2 cucchiai di morbido muscovado marrone

50 ml di whisky, preferibilmente irlandese

150ml-200 ml di appena fatto

noce moscata q. b.

Riempire un bicchiere resistente al calore con acqua calda e lasciare riposare. Montare la panna fino a quando le bolle scompaiono e si è appena iniziata ad addensare, poi riponetela nuovamente in frigorifero.

Sciogliere lo zucchero in due cucchiai di acqua calda in un pentolino e portate a ebollizione. Dovrebbe avere una consistenza “sciropposa” quasi immediatamente. Prendere lo zucchero dal fuoco e mantecare con il whisky. Svuotare il bicchiere e versare il whisky zuccherato nella parte inferiore, quindi incorporare il caffè. Prendere la crema  dal frigo, lavoratela con le fruste elettriche ancora una volta, poi versatela  sul caffè e grattugiate un po ‘di noce moscata sul composto e servite subito il vostro irish coffee.