Come fare l’ olio di lavanda

La lavanda è una pianta particolarmente apprezzata in tutto il mondo, non solo per i suoi bellissimi fiori dai colori vivaci e dal profumo intenso, che fanno in modo che essa sia perfetta come pianta ornamentale, ma anche e forse soprattutto per le proprietà, principalmente calmanti e lenitive che offre. In erboristeria è possibile trovare degli oli essenziali di lavanda ( e non solo), molto concentrati i quali possono essere utilizzati per favorire il sonno in caso di insonnia, per calmarsi quando si è troppo sotto stress, o semplicemente come lenitivo per l’ epidermide o per profumare creme e saponette, questi oli che si trovano in commercio sono chiaramente molto concentrati e prevedono delle tipologie di estrazione che in casa non è possibile riprodurre, ma possiamo preparare un olio anche esso molto efficace, con le nostre stesse mani. Vediamo allora come fare l’ olio di lavanda:

per prima cosa dovrete procurarvi tutto il necessario che vi occorre per prepararlo, ovvero, un olio base, come il comune olio extra vergine di oliva o di mandorle dolci, 10 gr. di fiori secchi di lavanda, un vasetto di vetro, un mortaio, delle garze sterili, un elastico, materiale per filtrare, un imbuto ed un barattolino di vetro oscurato.
Con tutto l’ occorrente a disposizione passate pure alla preparazione era e propria, riempiendo il vasetto di vetro ( precedentemente sterilizzato) con l’ olio prescelto, avendo cura di non raggiungere il bordo, in quanto dovrete lasciare un pò di spazio ai fiori secchi, che avrete pestato all’ interno del mortaio, quindi aggiungeteli nel vasetto mescolando leggermente. A questo punto coprite il vaso con una garza sterile ed apponete un elastico o un cordoncino per bloccarla, quindi esponete ai raggi solari per 3 settimane, poi potrete passare a filtrare l’olio, potrete servirvi di un canovaccio pulito, del tulle ecc.. l’ importante è che schiacciate bene i fiori, affinchè non venga sprecata alcuna goccia di proprietà. Poi servendovi di un imbuto andate a riempire il vasetto di vetro oscurato.