Come fare l’ orange curd

L’ orange  curd  è una crema per dolci di origine inglese dall’ intenso sapore di arancia, come suggerisce il termine inglese stesso, che di solito viene utilizzata per farcire i biscotti da tè o viene servita a colazione spalmata sul pane  o per farcire altri  dolci. Se desiderate anche voi allora portare in tavola un tocco anglosassone, magari per un fine  pasto  sfizioso  o per preparavi  dei  dolci perfetti per la colazione o per uno  spuntino, vediamo insieme come fare l’ orange curd:

per prepararne 2 vasetti vi occorreranno:
2 arance non trattate
100 gr di zucchero
80 gr di burro
4 uova
2 cucchiai di fecola di patate

Dopo esservi procurati  questi pochi  ingredienti necessari, cominciate pure a preparare la  vostra ricetta lavando  con cura le  arance, poi grattugiate finemente  la loro buccia ed unitela al succo di arancia filtrato. Successivamente sciogliete a bagnomaria il burro e montate uova e  zucchero insieme, poi appena il  burro  si sarà intiepidito unitelo alle  uova. A questo punto unite anche  il succo di arancia  e la scorza e amalgamare il tutto. Ora portate sul  fuoco  e lasciate cuocere  a  bagnomaria per 10 minuti circa, senza mai  smettere di mescolare, quindi aggiungete la fecola di patate, precedentemente  setacciata in modo tale che la  vostra  orange curd risulti  più densa e cremosa. Quando la  deliziosa crema sarà pronta, sterilizzare il vasetto e versare lentamente la crema al suo interno, quando questo sarà perfettamente asciutto. Mettete quindi il tappo e capovolgete il vasetto fino a completo raffreddamento. Potrete poi consumarla  subito oppure conservarla in frigo per un massimo  di 10 giorni.