Come fare la caponata

La caponata è un contorno della tradizione culinaria siciliana, utilizzato per accompagnare i secondi piatti, per farcire dei panini, oppure per condire la pasta se preferite. Si tratta di  verdure fritte preparate in agro-dolce, quindi dal sapore intenso e gustoso, che non stufa mai. Se anche voi allora intendete prepararla, magari nel periodo di Natale, come prevede la tradizione. Dedicate alcuni minuti alla lettura e vediamo insieme  come fare la caponata:

per prima cosa dovrete procurarvi tutto il necessario per la realizzazione della ricetta, ovvero 1 kg di melanzane, 600 gr di gambi di sedano, 2 cipolle, 200 gr di olive nere snocciolate, una manciata di capperi, 60 gr di pinoli, 500 gr di pomodori, 50 gr di zucchero, 60 ml di aceto, qualche foglia di basilico sale q.b. ed olio extra-vergine di oliva q.b.

Con tutto il necessario a portata di mano iniziate pure a preparare la vostra caponata pulendo, sbucciando e tagliando a cubetti le melanzane, poi poggiatele in un colapasta e versateci  sopra del sale grosso e lasciate riposare per un ora circa, affinchè scarichino l’ acqua di vegetazione.

Intanto mondate il sedano e fatelo lessare in acqua bollente, quindi tagliatelo e lasciatelo soffriggere in una padella dove avrete messo a riscaldare l’olio extra vergine di oliva, insieme alla cipolla tritata e lasciate cuocere a fiamma bassa, poi uniteci i pinoli, i capperi e le olive  e lasciate cuocere per 10 minuti circa.

Ora aggiungete il pomodoro affettato e lasciate cuocere per 20 minuti. Sciacquate le  melanzane strizzatele ed asciugatele, quindi friggetele a parte in olio bollente, poi quando esse saranno belle dorate unite in questa padella il sugo preparato in precedenza, quindi unite lo zucchero e l’ aceto e lasciate cuocere fin quando non sentirete più l’ odore dell’ aceto. A questo punto la vostra caponata potrà esser impiattata e servita con una spolverata di trito di basilico.