Come fare la carbonella

Il carbone è un combustibile molto utile che si utilizza per preparare delle gustose grigliate di carne, pesce, verdure ecc..  Soprattutto quando si allungano le giornate, in primavera, fino ad estate inoltrata è molto bello organizzare delle gite fuori posta con gli amici dove prevedere anche un barbecue, oppure se si dispone di un giardino o di una terrazza è possibile riunire amici e parenti per organizzare una bella grigliata, chiaramente se non volete spendere una fortuna nell’ acquisto di tanta carbonella, potreste prepararvela voi stessi, giocando con un pò di anticipo, soprattutto se già prevedete che ve ne occorreranno grossi quantitativi. Vediamo allora come fare la carbonella:

Per prima cosa procuratevi un quantitativo sufficiente  di legna, la quale dovrà essere spezzettata con cura non dovendo superare infatti le dimensione della carbonella che si può trovare in commercio.

Poi vi occorrerà un recipiente di latta con il coperchio ( potreste ad esempio riciclare i contenitori dei pomodori pelati).

Passate quindi alla preparazione vera e propria inserendo i pezzetti di legno spezzettati all’ interno del contenitore di latta, fin sopra il bordo, controllando però che il recipiente riesca comunque  a chiudersi con cura.

A questo punto, magari servendovi di un trapano dovreste forare il coperchio al centro, in modo tale da lasciar fuoriuscire i fumi. Accendete poi il fuoco servendovi della legna. Adagiate quindi il contenitore di latta chiuso sul fuoco vivo e lasciatelo li  a lungo, anche tutta la notte se possibile, magari controllando di tanto in tanto se tutto procede come dovrebbe.

Lasciate spegnere il fuoco spontaneamente e prelevate il contenitore proteggendovi le mani da eventuali ustioni e lasciate raffreddare il contenitore a  dovere con il coperchio tolto. Una volta che sarà tutto freddo potrete prenderne il contenuto magari vuotandolo in un sacco in modo tale da poterla direttamente conservare. Anche la legna che avrete utilizzato per riscaldare il contenitore una volta ridotta al minimo potrà essere riutilizzata insieme alla carbonella.