Come fare la cuccia

La cuccia è una pietanza siciliana, ma preparata anche in altre zone d’ Italia, che può essere sia dolce che salata, preparata il 13 dicembre in occasione di Santa Lucia.La tradizione sicula prevede che la cuccia, una volta preparata venga distribuita anche ai familiari, agli amici ed ai vicini, questo per rispettare la tradizione ed il culto legato a S. Lucia. Si narra infatti che molti secoli fa, in Sicilia ci sia stata una lunga carestia, poi come per miracolo, un 13 dicembre, una nave poi arrivò nel porto carica di grano, il quale fu subito distribuito alla gente affamata, la quale, sfinita non lo macinò per trasformarlo in farina ma lo cucinò direttamente. Da quel giorno si prepara la cuccia, che prende il nome dal dialetto che indicherebbe una cosa piccola, il chicco appunto. Se allora anche voi intendete prepararla, vediamo insieme come fare la cuccia:

sia che vogliate farla dolce che salata, asi comincia sempre lasciando a bagno il grano duro per 2 o 3 giorni prima. Poi per la versione salata, il giorno prima lascerete in ammollo anche un pugno di ceci secchi ed uno di fave secche. Il giorno prima poi, di sera mettete in pentola il grano e i legumi scolati, foglie di alloro, e la buccia di un’ arancia. Ricoprite poi con acqua lasciate cuocere per almeno 2 ore. Quando poi il grano sarà tenero, lo si condirà con del vino cotto prima di mangiarla. Per la versione dolce invece, dopo l’ ammollo, si cuoce il grano per 2 ore e lo si lascia in ammollo nel liquido di cottura per un altro giorno intero, poi dopo averlo scolato, potremo aggiungere il latte, lo zucchero, il cacao, la cannella ed infine il cioccolato fondente, poi si porta tutto sul fuoco e si lascia cuocere fino al completo scioglimento del cioccolato