come fare la marmellata di fichi d’ india

I fichi d’ india sono un frutto molto amato, essi oltre che consumati tal quali sono ottimi da trasformare in marmellata per poi spalmarla sul pane o per farcire cornetti, torte, crostate e biscotti, ma anche da affiancare ai formaggi. Vediamo allora come fare la marmellata di fichi d’ india:

per prima cosa  lavate e sbucciate i vostri fichi d’ india, facendo attenzione alle  spine, poi spezzettateli ed adagiateli in una pentola, poi ricopriteli con l’ acqua, mettete il coperchio e lasciate cuocere portando ad ebollizione, e di tanto in tanto mescolate. A questo punto i vostri fichi saranno già molto teneri ed avranno rilasciato gran parte dei semini che contengono al loro interno. Quindi passateli. Rimettete poi in pentola in composto filtrato e man mano che l’ acqua evapora il composto si addenserà sempre più, e potrete quindi aggiungere lo zucchero, regolandovi in base al vostro gusto personale ( solitamente per un kg. di fichi si utilizzano 400 g. di zucchero) oppure in sostituzione potreste utilizzare un dolcificate per le diete ipocaloriche, portate nuovamente ad ebollizione.

Aggiungetevi poi del succo di limone. Nel frattempo sterilizzate i vostri vasetti anche se sono nuovi, asciugateli a perfezione e versatevi la vostra marmellata di fichi d’ india, richiudete con il tappo  a chiusura ermetica e conservatele  a testa in giù. Conservate le vostre marmellate in un luogo lontano da fonti di calore e raggi solari diretti e se vi è possibile metteteci del conservante alimentare il gelatina. Se intendete conservarla a lungo,  aggiungete un cucchiaino di anice in polvere, il quale oltre  a conferire un certo aroma fungerà da blando conservante e versate nei barattoli come suggerito in precedenza.