Come fare la marmellata di lamponi

Il lampone è uno dei frutti di bosco più  amati  anche perchè si rendono piuttosto desiderabili, visto che sono reperibili pochissimi mesi all’ anno. Si tratta di frutti  dolcissimi composti per l’80% da acqua, poi un 10% dìi carboidrati,  5% da fibre, 1,2% di proteine, zuccheri e pochissimi grassi. I lamponi, oltre ad essere golosissimi, contengono molti sali minerali (magnesio, sodio, fosforo, potassio, magnesio, zinco, ferro, manganese, rame e calcio) e vitamine ( vitamina A, vitamine B1, B2, B3, B5, B5, vitamina C, Vitamina E, K e J). I lamponi tra le altre cose  aiutano il transito intestinale, contrastano le infiammazioni e reumatismi  e sono un ottimo diuretico naturale. Vista la scarsa reperibilità, può essere piacevole preparare delle conserve, la  marmellata  fatta in casa infatti, ci permette di disporre tutto l’  anno di questa confettura, se rispettiamo correttamente le procedure di sterilizzazione dei vasetti. Se anche voi allora desiderate fare colazione con pane e marmellata o farcire una torta, una crostata, dei golosi biscotti e chi più ne ha più metta, vediamo insieme  come fare la marmellata di lamponi:

per prima cosa dovrete procurarvi  tutto il necessario per la vostra preparazione dolciaria,  vale  a  dire  1 kg. di lamponi, mezzo chilo di zucchero, 1 limone e dei vasetti per conserve dotati di apposito tappo.  Dopo aver preparato tutto, cominciate a  lavare con cura i vostri lamponi e privateli delle foglie, quindi versateli  in una pentola dai bordi alti  e ricopriteli con il quantitativo di zucchero previsto.  Chiudete la pentola con il coperchio  il coperchio e lasciate a macerare i lamponi con lo zucchero per circa 8 ore. Trascorso il tempo utile trasferite la pentola sul fuoco e  fate cuocere il tutto  per  circa  un’ ora dall’ ebollizione. Di tanto in tanto togliete  la schiuma, con l’ aiuto di una schiumarola. Quando la  marmellata sarà cotta perchè è densa, aggiungete il succo di limone filtrato e mescolate, quindi  sterilizzate i vasetti e versatevi la  marmellata dentro  lasciando  un cm. vuoto dal bordo, poi tappate e capovolgete il vasetto. La marmellata si conserva per un anno, mentre dall’ apertura, per un a quindicina di giorni, se tenuta in frigo.