come fare la marmellata di melograna

La marmellata di melograna è molto difficile da trovare in commercio, eppure si tratta di un gusto molto piacevole  ed al tempo stesso particolare, che potremmo definire agro-dolce, che  si abbina quindi perfettamente sia a ricette dolci che salate. Possiamo  quindi  semplicemente  spalmarla sul pane o sulle fette  biscottate per margiarle  a  colazione, sia farcire crostate, torte e  dolci vari, ma  anche per insaporire carni, oppure per accompagnare i formaggi. Se siete  curiosi  di provarla e volete farla in casa, anche per sfruttarne tutti  gli effetti benefici di questo frutto, ricco  di antiossidanti e  di sostanze anti- age. Vediamo insieme allora  come fare la marmellata di melograna:

per prima cosa dovrete predisporre tutto il necessario vale  a  dire 1 kg. di  chicchi di melograna, 500 g. di zucchero, mezzo limone e dei vasetti per conserve dotati di chiusura ermetica.

Per prima, dopo aver sgranato i melograni, prendete i chicchi e trasferiteli in una pentola dai bordi alti  ed il fondo spesso e ricopriteli con lo zucchero, ponete quindi  il coperchio e lasciate macerare i chicchi con lo zucchero  tutta la note.

L’ indomani portate la pentola sul fuoco e  lasciate cuocere per  circa 50 minuti, dall’ ebollizione. Eliminate la schiuma, aiutandovi con una schiumarola, man mano che  si produce. Quando la  marmellata  vi sembra  quasi pronta, unite il succo di limone e mescolate, sterilizzate i vasetti e versatevi la  marmellata all’ interno  lasciando  un cm.  libero poi tappate e capovolgete il vasetto. Se doveste preferire una marmellata più liscia, senza residui, potreste anche frullare prima i chicchi di melograno e poi filtrarli, ma in questo caso  vi toccherà aggiungere della pectina o dei pezzetti di mela al composto, affinchè la marmellata poi si addensi a  dovere  e non resti troppo liquida.