Come fare la marmellata di pere

La marmellata è una preparazione dolciaria che si fa protagonista di gran parte di torte, dolcetti, biscotti e delizie varie e la  si prepara praticamente in tutto il mondo. Essa è amata da tutti, grandi e piccini, questi ultimi, pur non amando in genere la frutta, con la marmellata in realtà non sanno dire di no, forse è anche per questo allora che fin da epoche ormai lontanissime la marmellata ha sempre un posto privilegiato in pasticceria. La maggior parte di noi, presa dai mille impegni quotidiani, generalmente preferisce orientarsi verso l’ acquisto di prodotti confezionati già pronti all’ uso, decisamente più pratici o addirittura in mono-porzione. In realtà preparare una marmellata in casa non ci ruba vi molto tempo ed otterremo un prodotto estremamente salutare, privo di conservanti  e coloranti, perfetta anche da far mangiare  ai bambini. Vediamo insieme allora  come fare la marmellata di pere:

per preparare la nostra marmellata ci occorreranno  mezzo kg. di pere, 200 g. di zucchero, 1 limone e dei vasetti per conserve con chiusura ermetica. Dopo aver organizzato gli ingredienti, passate pure alla realizzazione vera e propria della vostra marmellata pulendo le pere,   sbucciandole ed eliminandone la parte interna ed i semi, quindi tagliatele prima  a fette e poi a  cubetti. Ora in una casseruola  dai bordi alti  ed il fondo spesso  versate le pere e copritele con lo zucchero, quindi chiudete la pentola con il coperchio e lasciate a riposo tutta la notte. Trascorso il tempo utile portate la pentola sul fuoco ed a  fiamma lenta portate a bollore  e lasciate cuocere per circa 30  minuti,  se si produce  schiuma,  eliminatela con l’ aiuto di una schiumarola, poi aggiungete il succo di limone. Per rendervi conto della cottura, versatene una piccola quantità su un piatto e lasciate raffreddare, poi inclinate e se la marmellata  non cola, allora  è  pronta. Procedete quindi sterilizzando i vasetti e versate la marmellata bollente nei vasetti. Lasiate un cm. di spazio libero dal bordo e poi capovolgeteli dopo aver messo il tappo, così si sterilizzerà anche esso.