Come fare la parigina

La parigina è un rustico tipico della tradizione culinaria napoletana, pur trattandosi  di un rustico ricorda molto la pizza, infatti, la   base della parigina è fatta proprio di pasta per pizza, sulla  quale poi si  dispone la  farcitura e poi  si  sigilla il tutto con un goloso strato  di pasta sfoglia. Normalmente in Campania la parigina viene venduta nei bar e nelle rosticcerie, ma  se nelle vostre città non si trova e desiderate prepararla con le  vostre mani, vediamo insieme come fare la parigina:

per preparare una bella teglia  di parigina  sufficiente per 4-6 persone, vi serviranno 400 gr di farina, 200 ml di acqua, 10 gr di lievito di birra, 1 cucchiaio di olio, 10 gr di sale, 1 rotolo di pasta sfoglia, 250 gr di provola, 150 gr di prosciutto cotto, 300 gr di pomodori pelati, olio, sale e latte per spennellare q. b.

Dopo aver acquistato gli ingredienti che vi servono, passate alla preparazione della pasta per la  pizza disponendo la farina a fontana  su una  spianatoia, poi scavate un solco centrale  dove  mettere il lievito e l’acqua. A questo punto cominciate ad impastare fino a far assorbire  l’acqua, unitevi poi  il sale e l’olio  e  continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto morbido e compatto, che lascerete a  lievitare coperto per 2 ore. Quando la  pasta per le pizze avrà lievitato, stendetela fino ad ottenere una sfoglia sottile  circa 3 mm. Oleate una teglia e disponeteci la pasta per pizze. Quindi farcite  con il prosciutto cotto, i pomodori conditi con sale e olio. Poi aggiungete anche la provola tagliata a fette. Coprite con uno strato di pasta sfoglia, sigillando i bordi con una  forchetta pennellate con il latte e bucherellare la sfoglia con una forchetta. Infornate in forno preriscaldato a 200° C e cuocete per 30 minuti.  Prima di mangiarla, lasciate intiepidire la vostra parigina.