Come fare la pastura

La pesca è un’ attività praticata da molti per mestiere e da tanti per hobby in quanto si tratta di un piacevole e rilassante passatempo che talvolta consente anche un buon tornaconto in quanto se si riesce a pescare un quantitativo sufficiente di pesci, potrete anche preparare un delizioso pranzetto col pescato fresco. La pesca non è soltanto questione di fortuna come si potrebbe pensare, ma anche questione di attrezzatura e tecnica, una tra le tecniche più impostanti da tenere a mente e la pastura, ovvero un impasto che consente di attirare i pesci al fine di farli abboccare, se anche voi allora volete organizzare una battuta di pesca vediamo insieme come fare la pastura:

l’ ingrediente base che si utilizza per una buona pastura è una sarda molto fresca che andrete a tritare all’ interno di un mixer, poi dopo averla tritata grossolanamente andate ad aggiungere una manciata di sale grosso e mescolate con cura fino all’ ottenimento di una pappetta, alla quale a seconda del tipo di pesce di che vorreste pescare ed alla tecnica di pesca prescelta, potrete ancora aggiungere degli sfarinati. Gli sfarinati adatti al vostro caso potranno essere comodamente acquistati nei negozi specializzati ed andranno mescolati all’ impasto di base preparato in precedenza, poi una volta raggiunto il luogo prescelto per la vostra battuta di pesca, andrete a mescolare anche con un goccio di acqua di mare, fino all’ ottenimento di una giusta consistenza. Dovo aver prodotto un quantitativo di pastura proporzionale al vostro obiettivo di pesca dovrete lasciarla a riposo per qualche ora. Quando andrete a riprendere la vostra pastura, potrete realizzare tante palline da sbriciolare poco per volta in acqua, vedrete che i pesci, dapprima diffidenti, saranno poi sempre più attratti dalla pastura e confusi molto probabilmente abboccheranno al vostro amo, dove non dovrete dimenticare di apporre comunque un esca.