Come fare la pizza di scarole

La pizza di scarole è un rustico ripieno tipico della tradizione gastronomica campana, solitamente servito nel periodo di Natale come sfizioso antipasto, ma anche per cena o durante i pranzi domenicali. La pizza di scarole è un rustico chiuso che all’ interno è farcito con scarole cotte in padella con olive, acciughe e capperi, anche si in molti, per smorzare il sapore amarognolo della scarola, vi aggiungono uva passa e pinoli. Se anche voi allora volete preparare questa pizza, da servirsi rigorosamente a quadrotti, vediamo insieme come fare la pizza di scarole:

 

per preparare questa pizza sostanziosa vi occorreranno 30 gr di burro, olio di oliva extravergine 20 g, lievito di birra 6 g, sale 5 g, zucchero 3 g, latte 60 ml, acqua 60 ml, farina 0 250 g. Poi per il ripieno vi serviranno mezzo kg di scarola, 3 filetti di acciughe, capperi 25 g, aglio 1 spicchio, sale q.b., pepe q.b., olio di oliva extravergine q.b., olive nere denocciolate 50 g e un uovo ed un goccio di latte per pennellare la superficie. Dopo aver preparato tutti gli ingredienti passate pure alla preparazione della pizza versando il latte e l’ acqua in una ciotola e scioglietevi all’ interno il sale e lo zucchero, poi unite il lievito e mescolate. A parte, in un contenitore mettete la farina con il burro a pezzi e man mano unite il precedente composto e l’olio extravergine di oliva, impastando con cura, fino all’ ottenimento di un panetto omogeneo e liscio che lascerete a lievitare a temperatura ambiente fino al raddoppio del suo volume. Intanto preparate il ripieno facendo soffriggere l’aglio con l’ olio e le acciughe, quando poi queste ultime si saranno sciolte, unite la scarola spezzettata e lasciate cuocere per 15 minuti,. Aggiustando anche di sale e pepe. Infine aggiungete le olive ed i capperi e lasciate cuocere altri 10 minuti. Riprendete l’ impasto e dividetelo in due panetti e con l’ aiuto di un mattarello, ricavate 2 sfoglie, quindi con la prima rivestite la teglia oleata e bucherellatela con una forchetta, quindi versateci il ripieno e ricoprite con l’ altra sfoglia, sigillando i bordi. Lasciate lievitare un’ altra ora, poi pennellate la superficie con un uovo sbattuto con un cucchiaio di latte, poi cuocete in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti.