Come fare la salsa cocktail

La salsa cocktail è un condimento semplice e veloce da preparare. Tutti gli ingredienti si possono trovare già pronti al supermercato; il segreto è saperli mescolare con la dovuta attenzione per ottenere l’esatta densità e il giusto equilibrio tra i sapori, visto che questo tipo di salsa viene utilizzata per accompagnare per lo più pesce e crostacei, non deve coprirne il gusto, ma appunto accompagnarlo ed esaltarlo grazie a quella punta alcolica da cui prende il suo nome.

Gli ingredienti di base sono: maionese, ketchup o concentrato di pomodoro, senape, brandy e salsa Worcester. Se avete una buona manualità e siete pratiche con la frusta da cucina, potete provare a preparare da sole la base della vostra salsa cocktail, ossia, la maionese, sbattendo in un terrina due tuorli di uova, conditi con sale, pepe e aceto. Aggiungete al composto, a mano a mano che monta, un filo di olio e successivamente del succo di limone. Un volta pronta, unite alla maionese un cucchiaio di ketchup, uno di salsa Worcester, mezzo bicchierino di bandy e infine la senape. Non sarà difficile regolarsi ad occhio con le dosi di ingredienti necessari, a seconda di quanti ospiti vi aspettano a tavola. In linea di massima per 200g di maionese sono necessari 50g di ketchup e 20g di senape.

Mescolate il tutto facendo attenzione a non perdere il volume e lasciate riposare la vostra salsa cocktail in frigo, in un contenitore coperto, per farla rapprendere. Nel caso, preferiste ottenere un composto dall’aspetto molto più vellutato che denso, esistono due varianti della ricetta di base che prevedono l’aggiunta di panna fresca non dolcificata, oppure, yogurt greco. Nel primo caso, il risultato cambierà a seconda di quanto farete montare la panna e nel secondo, invece, si otterrà una salsa più leggera, essendo lo yogurt greco meno grasso. Tutto dipende, ancora una volta, dalle dosi e dal vostro gusto personale.