Come fare la tartare di manzo

Alzi la mano chi da bambino non ha mai “rubato” un pezzetto di carne cruda dalla ciotola della mamma che preparava gli hamburger!  Ebbene sono in tanti quelli che fin da piccoli amano gli alimenti crudi ed in Francia lo sanno bene dal momento che uno dei piatti tipici è la tartare. Si tratta di un secondo piatto preparato con pesce o carne freschissimi, miscelati ad altri ingredienti sempre crudi, lasciati a  marinare  e serviti. Forse i più schizzinosi non impazziranno per questo piatto e preferiranno indubbiamente dei piatti cotti ma se la tartare viene  preparata in tutto il mondo un motivo ci sarà… Se anche voi allora siete curiosi, vediamo insieme come fare la tartare di manzo:

per prima cosa dovremo procurarci della carne  di manzo molto fresca ed assolutamente non macinata da un rivenditore di fiducia e tritarla  a mano. Dovrete in pratica evitare di utilizzare il tritacarne o i robot da cucina in quanto andrebbero ad intaccare il sapore della carne ed a compromettere quindi l  buona riuscita della tartare. Prendete il vostro pezzo di carne di manzo quindi e trasferitelo su di un tagliere, quindi prendete un buon coltello molto affilato e e cominciate ad affettare la carne con dei movimenti decisi e paralleli, quando poi avrete ottenuto tante striscette, roteate il tagliere e nel senso opposto ripetete la stessa operazione, in questo modo le  striscette saranno diventate dei cubetti, i quali, se preferite, potranno esser ulteriormente rimpiccioliti. Trasferite questo composto in una ciotola ed aggiungetevi del parmigiano grattugiato, un pizzico di sale, dei caperi e dei cetriolini  tritati a loro volta, quindi impastate il tutto con le mani e mettete in frigo a  marinare per almeno un paio d’ ore. Quando poi arriveranno i vostri ospiti e dovrete impiattare, potreste farlo come fanno gli chef, ovvero con un coppapasta e decorare la tartare di manzo, con un uovo (freschissimo) a crudo.