come fare la tartare di tonno

La tartare è un piatto particolare e  semplice  al tempo stesso, tipico della tradizione  francese. Questo piatto, a base di carne o pesce crudi, pur nascendo in Francia, in realtà è molto appezzato in tutto il mondo. In particolare il pesce crudo è molto apprezzato nei paesini di mare, dove arriva il pesce fresco in grande quantità. Oggi in particolare ci concentriamo proprio sulla tartarre di pesce, generalmente preparata con il tonno, un pesce che raggiuge anche  dimensioni considerevoli  e che grazie alla compattezza della carne, ben si presta ad esser macinato per la preparazione  di questo succulento piatto. Se anche voi allora avete voglia di assaggiarlo, vediamo insieme come fare la tartare di tonno:

per prima cosa dovremo procurarci del pesce freschissimo visto che lo andremo a  consumare crudo e poi o congeleremo per un giorno intero, per assicurarci di non incorrere in rischi da contaminazione. Poi possiamo scongelare  e pulire il nostro pesce, quindi trasferiamolo su di un tagliere e con l’ aiuto di un coltello molto affilato, affettiamo il trancio in tante fettine  sottili, poi giriamo il tagliare ed affettiamo anche nel verso opposto, fino  a ridurre il pesce in tanti piccoli cubetti che poi trasferiremo in una ciotola. A questo punto possiamo aggiungere un trito di cipolle o ad esempio delle zucchine tagliate alla julienne  una emulsione  di olio e limone, un pizzico di sale e  mescolate il tutto. Poi trasferite il contenitore in frigo  a  marinare per un paio d’ ore prima di consumare la tartare. Trascorso il tempo utile poi impiattate attraverso un coppa pasta rotondo, aggiungendo cucchiaiate di composto gradualmente , in questo modo otterrete un piatto anche  molto bello da vedere oltre che buono, di sicuro effetto.