Come fare la treccia a spiga

La treccia a spiga, o a spina di pesce, va molto di moda perché dà un tocco di ricercatezza in più a quella che è un acconciatura considerata per lo più infantile, che richiama alla mente immagini di vecchi telefilm dai temi bucolici.

La treccia a spiga, invece, si adatta anche alle meno giovani, che devono mantenere uno stile sobrio, senza però sembrare troppo castigate. E poi è semplicissima da realizzare!

Per prima cosa bisogna pre-trattare i capelli con un prodotto fissante, una mousse o un gel dall’effetto naturale, in modo da maneggiare i capelli con più semplicità e ottenere un effetto persistente. Se siete alle prime armi raccogliete i capelli con un elastico al di sotto della nuca, successivamente dividete la coda, così ottenuta, in un due parti.

Ora siamo pronte a cominciare: staccate una ciocca piuttosto fine di capelli dall’esterno della sezione destra della coda ed unitela alla sezione di sinistra, in modo da ottenere di nuovo due distinte ciocche di capelli. Lo stesso procedimento va ripetuto sul lato sinistro, dividete una ciocca dal lato esterno e portatela all’interno della sezione di destra. A mano a mano che proseguite vedrete crearsi quell’effetto detto appunto a spiga che da il nome all’acconciatura. Stringete gli intrecci quanto più possibile per ottenere quell’effetto ordinato cui si accennava sopra.

Una volta giunte alle punte, potete fermare la treccia con un elastico simile al colore dei vostri capelli, se volete nasconderlo alla vista, o con uno più appariscente che faccia da contrasto. Se preferite potete tagliare via, con una forbicina, il primo degli elastici utilizzati per fermare la coda, così da dare più respiro alla capigliatura. Non preoccupatevi, se avete seguito i consigli e trattato bene i capelli fin dall’inizio della procedura, non c’è pericolo che la vostra treccia a spiga si sciolga.