come fare le albicocche sciroppate

Le albicocche  sciroppate sono un dessert alternativo alle classiche pesche sciroppate, più  conosciute e vendute anche a livello industriale, già confezionate. Le albicocche sciroppate invece, dal sapore ancora più  intenso,vanno ancora più in contro ai gusti dei più  piccoli che in genere non amano molto la frutta ed offrirle quindi loro  per merenda o per uno spuntino di mezza giornata. Queste albicocche così preparate,  sono perfette per esser servite a fine pasto  se ad esempio avete ospiti a cena, ma  anche  per decorare i  dolci o per accompagnare il gelato.  Se allora siete curiosi  di provarle ed intendete farle voi in casa, vediamo insieme come fare le albicocche sciroppate:

per preparare le vostre pere sciroppate vi serviranno 1 kg di albicocche, 400 grammi di zucchero, 1 litro di acqua e 4 vasetti da 500 ml di capienza.

Dopo aver procurato gli ingredienti necessari, passate pure alla preparazione della ricetta in questione lavando  con cura  le albicocche, che poi lasceremo sbollentare un paio di minuti in acqua bollente.

A questo punto  scolate le albicocche e lasciatele intiepidire, quindi eliminate la buccia. Ogni albicocca andrà tagliata in due e dovrete eliminarne il nocciolo e nel frattempo sterilizzate i vasetti di vetro e poi poggiateci le albicocche dentro. Nel frattempo andate a preparare lo sciroppo.

All’ interno di una pentola mettete l’ acqua insieme allo zucchero e portatela sul fuoco fino all’ ebollizione e prolungatela per qualche minuto, poi versatelo  nei barattoli, andando a ricoprire le albicocche e chiudete i vasetti.

A questo punto capovolgete i barattoli, in modo che vadano  a sterilizzare anche i coperchi e lasciate raffreddare. Dopo in una pentola bella capiente, poggiate un canovaccio pulito  sul fondo  e poggiatevi i vasetti, quindi riempite la pentola con acqua e portatela sul fuoco. Lasciate bollire i vasetti per 30 minuti, poi lasciate raffreddare tutto.

Le vostre conserve sono pronte.