Come fare le ali di pollo

In Italia siamo grossi consumatori di pollo ed in particolare prediligiamo  il petto e le cosce di pollo e le ali invece, sono quasi considerate da scartare, quando nel resto del mondo ed in particolare nei paesi anglosassoni, le ali di pollo,sono considerate pregiatissime e quasi sempre si rendono protagoniste delle tavole. In particolare le ali di pollo fritte sono una delle pietanze maggiormente preparate nei fast-food, addirittura esistono alcune catene che preparano esclusivamente alette di pollo o il pollo in generale. In America ad esempio le alette di pollo in genere vengono consumate al volo per strada per uno spuntino o durante le pause pranzo dal lavoro. Come noto, ormai, soprattutto in ambito alimentare queste distinzioni tra i paesi non sono più assolutamente cosiì nette e tutti hanno voglia di sperimentari sapori nuovi ed accostamenti di ingredienti presiin prestito da altre culture. Se anche voi allora avete voglia di provare questo taglio di pollo, vediamo insieme come fare le ali di pollo:

come detto precedentemente il metodo più utilizzato per fare le ali di pollo è la frittura, se quindi desiderate cimentarvi cominciate pure pulendo  sotto l’ acqua le alette , poi asciugatele con un pò di carta assorbente  e panatele. La panatura  può essere preparata in vari modi, possiamo ad esempio passarle in un mix  di spezie ed aromi che più si gradiscono, insieme a farina e sale, poi le passerete in un battuto d’ uovo e per finire nel pangrattato. A questo punto non vi resta che friggerle in olio bollente e servirle bel calde con un pizzico di sale o accompagnate da qualche salsina golosa. Se non amate le fritture o comunque desiderate mantenervi leggeri  potreste rosolare le ali di pollo in padella. Preparate una marinata a  base di olio, spezie e sale, cospargetevi le alette e massaggiatele, aspettate un’ ora e poi rosolatele in una padella con olio bollente, rigirandole di tanto in tanto, fino a cottura ultimata, la quale si ottiene in circa mezzora.