Come fare le candele

Le candele sono uno dei complementi d’arredo più amati in quanto capaci di creare la giusta atmosfera e di dare un tocco di personalità e di gusto a ogni ambiente.

Le candele sono, quindi, un bell’elemento decorativo che potete inoltre realizzare con estrema facilità anche da sole. E’ vero che oggi in commercio esistono candele di ogni materiale, forma e colore, ma è altrettanto vero che fare le candele non è complicato e può rivelarsi un hobby molto divertente.

Anche se non siete molto pratiche con il fai da te, sappiate che fare le candele è semplice in quanto costituite da due sole parti: cera e stoppino.

Prima di iniziare con la “preparazione”, sappiate che esistono molti materiali per realizzare le vostre candele; la cera d’api può essere di diverse tipologie come la paraffina, di stearina, costituita da un mix di questi elementi oppure assolutamente pura.

Per lo stoppino dovete stare attente a un solo accorgimento; assicuratevi che sia adeguatamente proporzionato alla candela che intendete realizzare, in quanto, in caso contrario, potrebbe assorbire una quantità di cera eccessiva e quindi consumarsi troppo velocemente.

Con questo e altri piccoli accorgimenti fare le candele sarà semplicissimo e alla fine otterrete un risultato più che soddisfacente!

 

Come fare le candele: il procedimento

Passiamo adesso a vedere qual è il procedimento da seguire per fare le candele a casa.

Prima di tutto procuratevi tutto il materiale, ovvero:

  • Cera d’api
  • Stoppino
  • Stampo
  • Termometro
  • Matite di legno
  • Colori
  • Coltello per incisioni
  • Olio di oliva

 

Procurato tutto il materiale, che potrete facilmente reperire in un negozio di bricolage, potete passare al procedimento.

Come prima cosa prendete lo stampo e cospargetelo all’interno con dell’olio di oliva, proprio come se voleste “imburrarlo”; fatto questo prendete la vostra cera d’api e aiutandovi con il coltello staccatene un paio di blocchi che metterete a bagnomaria in una pentola.

Tenete la fiamma del fornello bassa e quando l’acqua giunge a ebollizione mescolate la cera che nel frattempo comincerà a sciogliersi.

Mentre la cera si scoglie potete personalizzarla aggiungendo dei profumi o dei colori; nel caso in cui vogliate fare delle candele profumate potete optare o per i profumi solidi, e in questo caso ne aggiungerete piccoli pezzi uno alla volta, oppure un profumo liquido che verserete nel composto a piccole gocce. Potete anche colorare la vostra cera aggiungendo in “fase di cottura” il colore della vostra tinta preferita.

Quando la cera sarà ben sciolta, fissate la base dello stoppino sul fondo dello stampo; nel caso in cui tagliate lo stoppino ricordatevi sempre di lasciarlo lungo almeno un paio di centimetri in più rispetto allo stampo.

A questo punto versate una piccola quantità di cera sul fondo dello stampo e lasciatela indurire in maniera tale da poter fissare adeguatamente lo stoppino. In seguito potete versare la cera nello stampo, ma prima avvolgete lo stoppino a una matita o una piccola asticella e appoggiatelo sulla parte superiore dello stampo.

Lasciate riposare la cera per 24 ore; trascorso questo tempo la cera si sarà indurita lasciando solo un piccolo affossamento proprio intorno allo stoppino. Se notate un dislivello eccessivo sulla superficie della candela, fondete un’altra piccola quantità di cera e appianate il tutto.

Quando la cera si sarà ben solidificata potete rimuovere lo stampo e procedere a tagliare la parte in eccedenza dello stoppino: la vostra candela è pronta!