come fare le cartellate

Le cartellate sono dei dolci pugliesi, preparati anche nelle regioni vicine, tipici del Natale, in quanto la loro forma ricorderebbe sia l’ aureola che le fasce che avvolgono Gesù alla nascita, ma sono talmente buoni che nonostante la laboriosità della loro preparazione, è solito realizzarne anche durante il resto dell’ anno. Il singolare nome di questi dolcetti golosi deriverebbe dal termine “carta”, grazie alla loro caratteristica forma accartocciata, altre scuole di pensiero invece le farebbero derivare dal greco κάρταλλος, ovvero un cesto che ne richiama la forma. Le cartellate si preparano con un impasto arricchito con vino e poi dopo aver steso al pasta e tagliata a striscette, si formano le classiche roselline pugliesi e poi vanno fritte ed impregnate nel vincotto, nel miele o nel cioccolato caldi ed arricchite con spezie, zucchero a velo o zuccherini colorati. Ma vediamo nel dettaglio come fare le cartellate:

per preparare la vostra ricetta allora, vi occorreranno mezzo kg. di farina bianca 100 gr. di vino bianco secco, vincotto, cioccolato fuso o miele q. b., cannella in polvere q. b., e zucchero a velo q. b., 200 gr. di olio extra vergine di oliva, 5 gr. di sale ed acqua tiepida q.b. Dopo aver predisposto tutti gli ingredienti, passate pure alla realizzazione pratica della ricetta disponendo la farina a fontana su di una spianatoia, procedete poi scavando un solco centrale, all’ interno del quale verserete il vino tiepido e l’ olio e cominciate ad impastare. A parte sciogliete il sale nell’ acqua tiepida ed utilizzatela man mano per aiutarvi ad impastare. Lavorate a dovere quindi l’ impasto, il quale non dovrà risultare né troppo denso né troppo molle. Dividete poi il vostro panetto in altri pezzetti e stendetene ognuno con l’ aiuto di un matterello. A questo punto aiutandovi con la rotella, tagliate delle strisce larghe 3-4 cm, poi “pizzicate” le striscette, unendone le due estremità ad intervalli regolari, poi dovrete arrotolarle su loro stesse, formando delle roselline e lasciarle riposare tutta la notte. L’ indomani potrete friggerle in abbondante olio bollente ed immergerle nel vincotto caldo o nel cioccolato fuso o nel miele e spolverarle con la cannella, dello zucchero a velo e decorare con zuccherini colorati.