Come fare le pesche dolci

Le pesche dolci  sono uno di quei  dessert classici della nostra tradizione che ci riportano direttamente indietro nel tempo con la memoria, alla nostra infanzia. Da bambini infatti, soprattutto se non amavamo la frutta, le nostre madri non sapevano più cosa inventarsi per farcela mangiare e le  pesche sciroppate, sicuramente erano ben gradite dai bambini. Oggi sembrano esser passate un pò di moda e non è proprio semplicissimo trovarle  al supermercato come un tempo, nei barattoloini di vetro, solo in quelli più forniti riusciamo a trovarle.   Se ne sentite la mancanza, perchè non provare a preparale in casa? Vedrete che è molto semplice e potrete deliziare i vostri ospiti per un fine pasto, a colazione o ancheper uno spuntino goloso. Vediamo insieme allora come fare le pesche dolci:

per preparare le pesche dolci vi serviranno   1 kg di pesche dure, 400 grammi di zucchero, 1 litro di acqua e 4 vasetti da 250 ml di capienza. Dopo aver predisposto tutto, passate pure alla realizzazione pratica della ricetta lavando con cura le pesche, poi lasciatele bollire per un paio di minuti in acqua bollente. Potete scolare le pesche e lasciatele intiepidire, poi sbucciatele, tagliatele a  metà ed eliminate il nocciolo, contestualmente sterilizzate  i vasetti di vetro. Quando avrete finite poggiate le pesche nei barattoli e  preparare lo sciroppo. All’ interno di una pentola versate l’ acqua insieme allo zucchero e portate sul fuoco e lasciate bollire,  fino allo scioglimento dello zucchero. Versate ora lo sciroppo nei barattoli, andando a ricoprire le pesche. Scuotete leggermente  i vasetti per favorire la fuoriuscita di bolle d’aria, e chiudete con cura, poi capovolgete per sterilizzare anche i tappi e lasciate raffreddare. A questo punto riempite  un tegame capiente con acqua, sistemate sul fondo un canovaccio e poggiatevi i vasetti, quindi portate sul fuoco. Lasciate bollire i vasetti per una mezzora, poi lasciate raffreddare tutto.