Come fare le scaloppine

Le scaloppine sono il classico secondo piatto che si porta in tavola in Italia a base di carne, magari da servire ai propri cari la domenica, quando sono tutti presenti in casa e ci si riunisce tutti a tavoli, attorno ad un lauto pasto, o semplicemente servite la sera a cena, magari accompagnate da uno sfizioso contorno. Il taglio di carne che si predilige per questo genere di ricetta è la fettina di vitello o di manzo, o in alternativa si possono utilizzare l’ arista di maiale o la lonza di maiale, a patto che siano tagliate sottilmente. Se anche voi avete voglia di cimentarvi nella preparazione di questo delizioso secondo piatto, adatto anche ai bambini, vediamo insieme come fare le scaloppine:

innanzitutto le scaloppine per esser degne di questo nome, devono essere preparate secondo un certo criterio, ovvero prese le nostre fettine di carne, queste vanno assottigliate e rese morbide, la lavorio che effettuerete con un batticarne. Dopo aver battuto le vostre fettine di carne dovrete passarle in un piatto, all’ interno del quale avrete disposto la farina e le infarinerete, scrollando via l’ eccesso che altrimenti si depositerebbe, cadendo, sul fondo della padella. Quindi prendete una ampia padella e lasciate riscaldare al suo interno dell’ olio e fatele rosolare all’ interno a fuoco vivo per qualche minuto, a questo punto avrete realizzato la parte comune a tutte le ricette delle scaloppine e da qui in poi, potrete invece personalizzare la ricetta come preferite, ad esempio potrete aggiungere del succo di limone e della farina per farlo addensare, ottenendo così delle scaloppine al limone fresche e cremose, da servire poi con una spolverata di scorza di limone grattugiata oppure potete aggiungere un pezzetto di burro ed un trito di prezzemolo da sfumare poi con del vino bianco, o ancora, potreste aggiungere dei funghi trifolati e della farina, per servire un secondo piatto più ricco e corposo.