Come fare se un telefono cade in un liquido

Se il vostro telefono è caduto in acqua non è detto che dobbiate buttarlo. Prima di perdere le speranze provate a seguire questi consigli e se l’acqua non è penetrata troppo infondo il telefono ritornerà come nuovo. Scopriamo quindi come fare se il telefono cade in un liquido:
Prendete il telefono dall’acqua facendo attenzione a non muoverlo troppo e non provate ad utilizzare app, chiamate, sms, navigazione, niente di niente. Non premete nessun tasto e non provate e smontarlo. Se però è ancora acceso, spegnetelo, mettetelo in posizione verticale, rimuovete la cover di protezione (la pellicola superiore quella che serve a proteggere lo schermo potete lasciarla) infine, estraete la scheda microSD e le SIM card dagli appositi alloggi. Non soffiateci sopra perché l’acqua potrebbe penetrare e raggiungere alcune parti del telefono ancora asciutte e i danni riportati potrebbero aumentare invece di diminuire. Evitate quindi anche l’asciugacapelli e il microonde, prendete semplicemente un panno di cotone o
altro tessuto assorbente e tamponate delicatamente. Questo passaggio è importante perché bisogna assolutamente evitare di spargere l’acqua in altri punti del telefono per questo dovete tamponare. Aiutandovi con uno stuzzicadenti o con un cotton-fioc cercate di estrarre l’acqua dalle fessure come quella delle cuffie ad esempio. Se infine avete un piccolo aspirapolvere come quelli da tavolo potete aiutarvi utilizzandolo per aspirare l’acqua dai punti difficili. Riponete ora il telefono in un sacchetto pieno di riso o di palline di gel di silice (quelle bustine che spesso escono dalle borse nuove) che lo devono ricoprire in ogni angolo. Sigillate il sacchetto. Questi due elementi hanno proprietà disidratanti ossia assorbono l’umidità e quindi i liquidi presenti nell’ambiente. Riponete il sacchetto con il telefono in un posto sicuro dal quale non dovrete spostarlo per tre giorni trascorsi i quali, prima di accendere il dispositivo, dovrete comunque verificate la quantità di acqua residua e nel caso rimetterlo nel sacchetto per altre 24 ore. Potete ora provare a riaccendere il telefono e se non funziona vi toccherà portarlo in assistenza.