come fare se si accende qualche spia in auto

Anche chi non ha molta dimestichezza con le auto sa che quando si accende una spia sul cruscotto è il segnale che c’è qualcosa che non va. Quello che è più difficile capire è cosa!

Per evitare di correre rischi inutili è bene conoscere almeno il significato di quelle spie che indicano avarie molto pericolose. Un esempio è la spia che indica la pressione dell’olio, quando si accende questa spia bisogna fermarsi subito altrimenti si rischia di fondere il motore. In questo caso specifico è necessario far raffreddare il motore e rabboccare l’olio fino a portarlo al livello giusto. Riaccendere l’auto e verificare se la spia si è spenta prima di proseguire. Se resta accesa è molto probabile che ci sia una perdita ed è meglio che la veda un esperto.

La maggior parte delle spie invece, indicano anomalie che seppur gravi consentono di guidare il veicolo fino almeno alla prima officina meccanica. È bene comunque precisare che quando si accende una spia è necessario fermarsi e controllare su internet o sul libretto della macchina a cosa fa riferimento. Se nonostante la spia accesa potete continuare a viaggiare fatelo con molta cautela.

Una delle spie più temute è sicuramente quella giallo ambra che denuncia anomalie del motore. Questa spia non indica un’anomalia precisa e quindi non per forza deve esserci un problema grave ma non è facile immaginare quale sia. Denuncia infatti problemi che possono interessare tanto la centralina, quanto i fusibili oppure la batteria e molto altro ancora. Il fatto che possa indicare anche problemi non molto gravi però non deve far prendere la cosa sotto gamba. Prima di arrestare il veicolo verificate se la luce rimane accesa o lampeggia: diciamo che tutto sommato se la spia rimane accesa in maniera fissa è molto probabile che il problema interessi il propulsore mentre se la spia lampeggia c’è un guasto al catalizzatore. In entrambe i casi non sforzate il motore e conducete subito il veicolo dal meccanico più vicino.