come fare un business plan

ll Business plan è un documento di gestione fondamentale per tutte le imprese, un documento programmatico, strategico e analitico dalle molte e differenti finalità. È come una guida che illustra gli obiettivi che l’impresa si aspetta di raggiungere e il modo in cui farlo. La sua redazione è di fondamentale importanza sopratutto per le start-up che sono alla ricerca di finanziatori.

Un Business plan è solitamente composto da tre parti principali:

la parte che ne descrive il business, in cui si presenta l’azienda e il prodotto o servizio che si vuole realizzare e come si vogliono raggiungere gli obiettivi che ci si è prefissati;

una dedicata al mercato in cui si descrive bene il settore di riferimento con un focus sui clienti potenziali e sulla concorrenza;

infine il rendiconto finanziario.

Per quanti si trovano per la prima volta a scrivere un Business plan suggeriamo di sviscerare le seguenti sezioni:

1) Mission ossia una breve descrizione degli obiettivi dell’azienda.

2) Sintesi è come un riassunto di una pagina al massimo dell’intero Business plan (che solitamente è circa 20 pagine).

3) Descrizione del prodotto o servizio offerto e la loro unicità.

4) Target di mercato ossia le persone a cui ti rivolgi e quale loro problema stai risolvendo.

5) Piano di marketing dettagliato e stilato rispetto al target e dei competitor

6) Analisi finanziaria: le previsioni finanziarie dovrebbero proiettarsi fino ad un massimo di cinque anni per essere realistiche e devono essere supportate da valori e dati precisi.

7) Concludi descrivendo il motivo per cui ha redatto il Business plan.

È importante allegare al documento i curriculum vitae dei tuoi collaboratori per completare la presentazione dell’azienda è importante avere un’idea delle professionalità dalla quale dipende gran parte della sua fortuna.

Assicurati infine di presentare il Business plan in modo professionale. Il che non significa per forza l’utilizzo di un linguaggio particolarmente ricercato anzi tutt’altro. Utilizza un linguaggio tecnico solo dove necessario e con attenzione rispetto alla persona alla quale dovrai presentarlo, per il resto un linguaggio semplice e molto scorrevole è l’ideale. Aiutati con grafici, immagini e tabelle per essere ancora più chiaro e diretto.