come fare un disegno in 3d

I disegni realizzati in  3D hanno la caratteristica di far sembrare qualsiasi disegno vivo. Può sembrare difficile, ma in realtà è più facile di quanto sembri.

Scegli  l’oggetto che si desideri disegnare, siediti di fronte ad esso e cerca di riprodurlo, in questo modo sarà più facile creare il vostro disegno 3D.

Per disegnare in 3d  si consiglia l’ uso della matita, da usarsi con tratti leggeri, in un primo momento, in modo da poter cancellare eventuali segni di matita non necessari in seguito.

Per capire bene come giocare con le prospettive, i chiaro- scuri e le profondità, può essere utile posizionarsi in un angolazione diversa. Una volta terminata la struttura di base, cancellare ogni linea in più, che vi era servita nella fase di “costruzione” del disegno.

Potrete ora utilizzare la penna o dei colori se preferite. Tracciare il contorno con inchiostro, e cancellate la linea a matita dopo che l’inchiostro si è asciugato a perfezione.

Per 3d, si intende la parola tridimensionale, la quale  si riferisce al numero di asse che da un punto hanno origine. Come il 2D ha due assi, X e Y , il 3D ha tre assi, X, Y e Z.

La differenza più visibile tra 2D e 3D è che il primo è un disegno  piatto, mentre un disegno 3D è come se fuoriuscisse dalla pagina. Questo perché l’asse Z aggiunto ha prodotto un angolo di prospettiva per la profondità  del disegno.

Chiaramente chi desidera approcciarsi a   questa tecnica, dovrà già essere piuttosto avvezzo al disegno ed avere una certa manualità, per queste persone disegnare un quadrato in  3D ad esempio, il classico  cubo,  è molto semplice.

Si parte con il disegnare un quadrato da 5 cm x 5 cm. Poi disegnatene un altro leggermente più alto a sinistra in modo che  si sovrappongono.  Utilizzando un righello, disegnare delle  linee per collegare ogni angolo della cubo A con l’angolo corrispondente del cubo B e così via.

Quando il cubo sarà pronto, per aver l’ impressione che esso “salti” fuori dal foglio avremo bisogno di fare un po ‘più di lavoro e aggiungere un po’ di ombreggiatura.