Come fare un poncho


Il poncho è uno degli abiti più caratteristici che incontrerete se vi recherete in America del Sud o del Centro, specialmente in Messico o sulle Ande: negli anni scorsi, esso ha avuto anche spazio nella moda europea. Vediamo come realizzarne uno.

Che cos’è un poncho
In parole povere, il poncho è una mantellina: viene usato, come abbiamo già accennato, dai popoli del Centro e del Sud America sia come protezione dal freddo (per quel che riguarda i popoli che vivono vicino alla catena montuosa delle Ande) che dalla polvere sollevata nelle zone desertiche (per quelle popolazioni che vivono invece in paesi molto caldi come il Messico). Inoltre, il poncho è un vero e proprio indumento tradizionale che ha fatto da aspirazione per diversi capi da abbigliamento dell’alta moda degli ultimi anni, dove è stato reinventato e ammodernato.

I materiali per fare un poncho
Prima di tutto servirà della stoffa o, in alternativa, procuratevi della lana. Ovviamente non potranno mancare gli attrezzi classici di ogni sarta (o sarto, perché no?) che si rispetti: prima di tutto la nostra alleata numero uno, la macchina da cucito! Altri “ferri del mestiere” che non potranno assolutamente mancare se vorrete realizzare un poncho mozzafiato sono: ago e filo, il metro da sarta e le immancabili forbici da sarta!

Il procedimento per fare un poncho
Per la scelta della stoffa, vi converrà utilizzare del materiale caldo come il pile o del feltro: infatti non siamo in Sud America, quindi il nostro poncho sarà un indumento prettamente invernale! Prendete quindi le misure sulla stoffa corrispondenti alla lunghezza delle vostre braccia. Praticare il foro poi, è una scelta del tutto personale: potrete, infatti, scegliere se farlo di lato o al centro della stoffa. Se scegliete il foro al centro, il pezzo di stoffa dovrà essere bello grosso. Una volta fatto il foro con le dovute misure, rifinitelo con ago e filo o con la macchina da cucito con un bell’orlo a vostra scelta. Ecco pronto il vostro semplice ma bellissimo poncho!