Come fare una treccia a cascata

Per fare una treccia a cascata è importante che i capelli siano ben pettinati e privi di nodi, lisci e senza increspature. Affinché la pettinatura risulti bella e ben fatta cominciate a trattare i capelli dallo shampoo e dalla asciugatura. Se avete problemi potete anche inumidirli un poco per facilitare l’intreccio. Inizia ad intrecciare partendo dalla parte frontale. Prendi una ciocca dello spessore della treccia che vuoi ottenere e dividilo in tre ciocche uguali. Fai passare la ciocca destra su quella centrale; fai passere la ciocca sinistra su quella centrale. Ripeti però lascia andare la ciocca destra dopo averla fatta passare su quella centrale. Vicino alla base della ciocca destra pendi un’altra ciocca dello stesso spessore. Affinché l treccia a cascata risulti omogenea è importante che le ciocche abbiano tutte le stesse dimensioni. Fai passare la nuova ciocca destra su quella centrale poi lasciala e fai passare quella sinistra su quella centrale. Continua l’operazione fino alla fine. Esistono diversi tipi di trecce cascata: quelle oblique che partono dalla tempia di un lato del capo e finiscono sotto l’orecchio dall’ altro lato; quelle a coroncina, tempia destra- tempia sinistra, che si fanno partendo prima da un lato e poi dall’ altro per poi fissare le due trecce al centro nascondendo i codini finali con delle forcine. Una variante molto elegante e semplice da realizzare fa confluire le due trecce a cascata laterali in una treccia centrale; è un variante molto bella ma fatevi aiutare da qualcuno affinché risulti ben centrata. Se portata la fila di lato potete anche fare una treccia a cascata obliqua solo da un lato e chiuderla con una treccia o con un fiore. Per quanto riguarda i capelli non intrecciati sono bellissimi sia tenuti lisci che ricci. Se li tenete ricci optate per una treccia più doppia e più scesa così evitate un effetto “casco” troppo appiattito nella parte superiore del capo e troppo gonfio sopra. Se li tenete lisci questo inconveniente non può accadere.