Come forare il cemento armato

Molto spesso si ha la necessità di dover andare a forare un muro, magari per apporvi una mensola, un mobile o quanto altro e se non si è abbastanza pratici con trapani e strumentazioni varie, il “pasticcio” estetico è dietro l’ angolo, inoltre le cose si complicano ulteriormente quando il muro da forare in questione è di cemento armato, questa tipologia di materiale infatti, oltre ad essere molto più robusta rispetto alle altre è co stituita al suo interno da parti di ferro, che costituiscono la struttura portante del muro, conferendogli la giusta solidità e robustezza. Se questo tipo di muro non viene forato seguendo alcuni accorgimenti, oltre che rischiare di ferirvi, rischiate anche di rompere le punte o il meccanismo stesso del trapano, oltre che a danneggiare esteticamente il vostro muro, vediamo pertanto come forare il cemento armato:

come accennato le strutture di ferro che si trovano all’ interno del muro o del pilastro di cemento armato possono rompere la punta del trapano o il trapano stesso, inoltre la resistenza che incontrereste, un volta urtato il ferro, potrebbe anche causarvi dei fastidi alle spalle ed alle braccia, quindi prestate massima attenzione e dotatevi sempre d occhialini protettivi, poi tracciate con una matita un piccolo segno sul muro, sul punto che intendete forare, dopo aver preso bene le misure. Il trapano che andrete ad utilizzare dovrà essere di buona qualità, quindi dovrà consentirvi un elevato numero di giri, senza per questo dover esercitare una eccessiva pressione, sfruttando il peso del vostro corpo, perfetti saranno i martelli tassellatori o i trapani a filo di alta qualità. Per quanto riguarda le punte, oltre a quelle che avrete in dotazione con il vostro trapano, acquistatene a parte alcune in tungsteno, così facendo, vedrete che non si necessiterà di scalpellatura.