Come forare il legno

Può capitare a  tutti di dover forare qualche mobile o altro oggetto  in legno, per vari motivi, questa operazione si rivela piuttosto semplice per gli esperti del fai da te, un po’ meno per tutti gli altri, ma questo non significa assolutamente che se siete dei principianti non possiate montare una mensola, una sedia, un tavolo, ecc… Vediamo allora in pochi semplici passi come forare il legno:

Chiaramente per eseguire questa operazione vi occorreranno gli strumenti giusti, altrimenti rischiereste di rovinare il legno in questione, quindi per prima cosa procuratevi un trapano da inserire nella presa della corrente, potete trovarli nelle ferramenta oppure nei negozi specializzati per il bricolage, anche nella versione a  batterie, l’ importante comunque è che ne scegliate un modello che abbia  almeno 750 Watt di potenza per fungere allo scopo, meglio acquistare inoltre un modello che costi di più, piuttosto di un modello che costi poco, in quanto il prezzo più alto spesso è indice di buona qualità ( ma non necessariamente), considerate inoltre che vi servirà molto probabilmente anche in altre occasioni. Se invece pensate che il trapano elettrico proprio non faccia per voi potreste utilizzare in alternativa il trapano cosiddetto “ a collo d’ oca”, questo si utilizza montando la punta più adatta alle dimensioni del foro da dover effettuare, poi dovrete indossare guanti ed occhiali protettivi, quindi individuato il punto dove dovete forare, con una mano tenete ferma la superficie mentre con  altra invece avvitate letteralmente la manovella. Se i fori che dovete praticare sono invece particolarmente piccoli, è preferibile invece usare un pratico trivellino dotato di punta ad elica, anch’esso dovrà essere avvitato velocemente, in questo modo creerete il vostro forellino preciso.