come gestire gli attacchi di fame

La fame nervosa è il peggior nemico di qualsiasi persona che abbia iniziato una dieta o che sia attenta alla salute. La fame sana è un segnale che il tuo corpo ti lancia, per dirti che hai bisogno di una ricarica di energia per funzionare correttamente. Ma se hai già mangiato da poco,  avere subito fame non è molto normale, probabilmente ciò che  ti spinge  a mangiare è altro.  I motivi possono essere svariati, l’ insonnia  ad esempio, è una delle cause principali degli attacchi di fame. Dormire poco infatti può influenzare due ormoni legati all’appetito. Può causare un innalzamento del livello della grelina, un ormone che stimola l’appetito e un livello ridotto di leptina, un ormone che provoca sensazioni di pienezza. Cercate allora di  dormire almeno  7 – 8 ore a notte, in questo modo, il tuo livello di energia e gli ormoni della fame torneranno a posto. Anche lo stress eccessivo  favorisce  gli attacchi di fame, infatti, il cortisolo, ovvero l’ormone dello stress del corpo aumenta. Mangiare di più durante lo stress non riduce le emozioni o le ansie negative, ma piuttosto fa scattare il bisogno di mangiare di più e porta ad un aumento di peso e ad altri problemi di salute, cercate quindi  di di eliminare le  fonti di stress dalla vostra vita o cercate di  scaricare almeno la tensione, magari allenandovi in palestra. L’eccessiva fame è anche associata all’ipertiroidismo, una malattia comune che colpisce la tiroide. Se la tua tiroide è iperattiva, significa che soffri di ipertiroidismo. Quando i livelli di ormone tiroideo sono troppo alti, le funzioni vitali del corpo accelerano e tu bruci energia più velocemente del previsto, aumenta quindi anche la fame di conseguenza. Anche nn basso livello di zuccheri nel sangue (ipoglicemia) può farti venire fame troppo  spesso. In entrambi i casi, è buona  norma farsi controllare da un medico.