Come gestire un B&B

Gestire un b&b è un’esperienza molto bella che ti mette costantemente in contatto con tutte le culture del mondo. Sembra di viaggiare pur stando a casa e non si smette mai di fare nuove amicizie. Per gestire un b&b quindi la prima regola è l’accoglienza. Le persone che alloggeranno nella vostra struttura molto probabilmente hanno preferito un b&b ad un albergo perché amano vivere rapporti più informali, gli piace il confronto e la familiarità tipici di questo tipo di strutture. È importante avere il tempo di parlare con gli ospiti, consigliargli luoghi da visitare, ristoranti nei quali mangiare, bar e locali in cui trascorrere una piacevole serata. Bisogna fare attenzione però a non esagerare, il rapporto dovrà mantenersi sempre abbastanza formale e non dovrete essere mai invadenti. Altra regola per far sì che questa gestione sia gratificante anche dal punto di vista economico è quella di fare sempre attenzione alle spese. Trattandosi di un’attività che nasce, storicamente, in un ambito prettamente familiare, molto spesso succede che i conti non tornano o non tornano del tutto. La prima cosa da fare è quella di tenere un registro su quale appuntare tutte le spese e le entrate del mese. Il registro vi permetterà non solo di avere a fine anno un resoconto preciso di quanto avete guadagnato ma anche e soprattutto di quanto avete speso e per cosa. Evidenziate in verde le spese per beni durevoli e riparazioni; in giallo quelle relative ai beni consumo tipo alimentare; infine in arancio tutto l’occorrente per l’igiene (detersivi, carta igienica, kit benvenuto). Fare questa cosa vi aiuterà a capire dove e come risparmiare. Rispetto a beni durevoli e riparazioni potrete valutare se conviene o meno fare un investimento per sostituire un attrezzo che si rompe troppo facilmente (la caldaia ad esempio). Rispetto al consumo alimentare potrete diminuire degli sprechi chiedendo ai vostri ospiti se hanno intolleranze o se preferiscono la colazione salata a quella dolce questo piccolo espediente vi consentirà di risparmiare molti soldi senza intaccare il servizio che offrite. Rispetto ai prodotti per l’igiene, così come per gli alimentari, molto spesso non ci si accorge al momento di quanta differenza facciano quei dieci o venti centesimi di euro in più a prodotto mentre invece rispetto al totale annuo la differenza si sente moltissimo.