come gestire un’ emergenza

Dover affrontare un’improvvisa circostanza di criticità, che si tratti di un incidente stradale, di un terremoto o di un qualsiasi altro evento catastrofico, non è mai cosa semplice da gestire con calma e sangue freddo. Spesso, gli eventi si sfracellano in modo tale, che non si ha il tempo materiale per poterli analizzare e risolvere, ma si tamponano alla meglio. Ritrovarsi dinanzi ad un pericolo che potrebbe ostacolare la nostra vita o quella di un’altra persona, crea sicuramente un profondo stato di ansia e di terrore, eppure, si sa che in momenti simili è opportuno intervenire repentinamente porgendo un aiuto concreto. Quali sono quindi, le decisioni e le azioni da mettere in atto per riportare una condizione minacciosa al suo stato di normalità?

Ecco alcune linee guida

1) Calma e sangue freddo: sembra facile detta così! Il più delle volte, per paura di sbagliare si preferisce non intervenire, atteggiamento del tutto errato, perchè peggiora le cose fino a renderle incontrollabili. Di fronte ad un’emergenza, la prima cosa da fare è preservare il massimo della lucidità, riflettendo sul fatto che dalla nostra azione potrebbe dipendere la vita o la morte di qualcuno.

2) Accertarsi sulle condizioni di eventuali feriti: in caso di pericolo è importante capire quali e quanti siano i rischi da dover scongiurare. Qualora vi siano delle persone coinvolte, non servirà essere degli esperti soccorritori o dei medici qualificati per verificare le loro condizioni vitali, basterà semplicemente contare i battiti del polso della mano o di quello carotideo.

3)Chiamare i soccorsi: nell’era della tecnologia chi non è in possesso di un telefonino o di un gps satellitare? Dopo aver scrutato attentamente la situazione, digitare i numeri utili che ci invieranno immediatamente degli aiuti.

4)Evitare di procedere per tentativi: cercare sempre di provare a risalire alle cause che hanno scatenato l’emergenza.