Come giocare la schedina

Un tempo la schedina era una: quella della Sisal; quella che ti permetteva di fare ’13′ e vincere un bel montepremi cercando di indovinare i risultati delle partite di calcio della domenica.

Oggi, invece, è possibile scommettere praticamente su tutto, su tutti i tipi di sport e non solo. Per qualsiasi evento di rilevanza, ad esempio, il vincitore di un talent o l’esito di una serie televisiva, si può andare in un centro scommesse, controllare le quotazioni dei bookmakers e fare la propria puntata.

Esiste ancora la classica schedina dell’1X2, in cui si sceglie tra tre possibili esiti delle partite di campionato: 1 per la vittoria della squadra di casa; X per il pareggio; 2 per la vittoria della squadra in trasferta. Ma le combinazioni si sono praticamente moltiplicate, si può pronosticare anche il numero dei goal realizzati da ogni squadra durante un incontro, o perfino su quale sarà il destino in campionato di una certa squadra o del singolo giocatore. E’ possibile scommettere su una partita anche mentre è in pieno svolgimento e i giocatori sono tutti sul campo; si chiamano scommesse live e sono valide fino all’89′. Prevedono sempre la giocata 1X2, ma basata sull’esito del primo, del secondo tempo o anche degli eventuali supplementari.

Poi, per ampliare le proprie chance, si possono giocare schedine a sistema, che consentono di vincere quote maggiori puntando contemporaneamente su più risultati relativi ad una singola partita. Teoricamente, e facendo affidamento sulle proprie competenze calcistiche, giocando un sistema si potrebbe vincere con ognuna delle seguenti combinazioni: 1-X, 1-2, X-2.

Bisogna, comunque, non lasciarsi prendere la mano, soprattutto oggi che si può giocare ovunque, anche su Internet, iscrivendosi a siti specializzati, appartenenti al circuito AAMS, cioè sotto il controllo all’Agenzia Autonoma del Monopolio dello Stato. Molti di questi portali di gioco offrono dei bonus di benvenuto, somme in denaro per le prime puntate e percentuali maggiorate su scommesse oltre una certa quota. Ma è importante controllare sempre che sia presente il logo dello Stato per non incorrere in truffe.