come igienizzare i tendaggi

I tendaggi  in una casa oltre  a svolgere una funzione pratica, ovvero proteggere la casa dalla luce e dagli sguardi indiscreti, sono molto spesso parte integrante dell’ arredamento e pertanto vanno salvaguardati al meglio e tenuti puliti, in quanto possono divenire ricettacolo di polvere ed acari, se trascurate. Vediamo allora,  a seconda del materiale di cui sono costituite, come igienizzare i tendaggi:

se i vostri tendaggi sono realizzati in cotone, cominciate a sganciarli dal bastone e verificate se vi sono presenti delle macchie visibili. In caso affermativo dovrete pretrattare le macchie, con un apposito sgrassatore che spruzzerete sulla macchia e lascerete agire per circa 10 minuti. Quindi mettete le tende in lavatrice ed azionate il programma per il lavaggio del cotone, avendo cura di aggiungere nella vaschetta del detersivo un bicchiere di  aceto, soprattutto se le vostre tende sono colorate ( in modo tale da tutelare il colore). Terminato il ciclo di lavaggio, stendetele  ad asciugare e dopo stiratele con cura e con ferro da stiro ben caldo.
Se le vostre tende sono realizzate in nylon ( oppure in ryon o altre fibre acetate), vi suggeriamo di optare per un lavaggio più delicato, preferibilmente  a mano. Se vi  sono delle macchie evidenti pretrattatele come suggerito in precedenza e quindi procedere al lavaggio. Se laverete le vostre tende a  mano allora riempite una bacinella con  acqua fredda e del sapone neutro, lasciatele in ammollo per un paio di ore, quindi risciacquate e lasciate  asciugare al  sole. Se invece laverete le vostre tende di nylon in lavatrice, fatelo  a basse temperature ( massimo 40 gradi) ed oltre al detersivo, mettete anche dell’ ammorbidente. Il nylon non è un tessuto che va stirato in quanto  si incolla  al ferro, se proprio le vostre tende dovessero essere eccessivamente stropicciate, allora, mettete tra il ferro e la tenda un panno inumidito.