Come igienizzare la lavatrice

La vostra lavatrice puzza di muffa o semplicemente di acqua stantia? Allora è davvero arrivato il momento di pulirla. Igienizzare la lavatrice è necessario, soprattutto perché lo sporco accumulato all’interno dell’oblò sarà trasferito sui panni che state cercando di lavare, insomma, un vero dramma!

Avere una lavatrice sempre fresca, pulita e nuova, è il desiderio di molte donne ed è possibilissimo.

Come igienizzare la lavatrice, le regole da seguire.

  • Saltuariamente si consiglia di fare un “lavaggio a vuoto”, magari a 95°C. L’alte temperatura discioglie lo sporco così da eliminare anche i cattivi odori.
  • Lasciare aperto lo sportello della lavatrice sempre, quando questa non è in funzione.
  • Occasionalmente, assicuratevi di far confluire il residuo di acqua rimanente nella lavatrice, nel tubo di scarico (di solito vi è un piccolo tubo che porta l’acqua residua nello scarico, leggete le istruzioni della lavatrice per capire come azionarlo).
  • Alcune lavatrici sono dotate di una vaschetta per prodotti igienizzanti, tuttavia, l’utilizzo di disincrostanti troppo violenti potrebbe danneggiare la macchina. Preferibilmente utilizzate decalcificanti naturali come il bicarbonato di sodio, a piccole dosi.

Se la lavatrice è stata appena acquistata oppure è pulita perché ha già subito un “lavaggio a vuoto” a 95°, preoccupatevi di pulirla una volta al mese seguendo questo semplice “rimedio fai da te“:
Sfruttate l’aceto di sidro di mele per effettuare un lavaggio con poca acqua, a 60°. L’acedo di sidro è acido al 5% quindi non danneggerà nessuna parte della lavatrice e laverà via ogni odore.

Come igienizzare la lavatrice. Consigli utili.
Se il cattivo odore persiste, pulire il tubo di alimentazione dell’acqua.