Come igienizzare le scarpette

Le scarpette sportive molto  spesso  sono utilizzate per andare a   passeggio ma  anche  chiaramente  per la  funzione  per la  quale sono state  concepite, vale a  dire la  corsa e lo  sport.. Queste  scarpe, lasciando traspirare poco il piede, possono diventare facilmente terreno  di  coltura di batteri, muffe e cattivi odori, soprattutto se si pratica dell’ attività sportiva poi possono macchiarsi anche all’ esterno. Vediamo allora come igienizzare le scarpette:

le scarpe da ginnastica, specialmente se le utilizzate per fare sport piuttosto che una semplice passeggiata è opportuno che abbiano il giusto ricambio nel corso della settimana, quindi se siete in possesso di due o più paia di scarpette, alternatele spesso e nel frattempo lasciate asciugare all’ aria  aperta quelle che avete già indossato. In caso di eccessiva sudorazione del piede o se in passato avete sofferto di funghi al piede come ad esempio “il piede d’atleta”, per evitare recidive ed il proliferarsi di germi e batteri, causa anche di cattivi odori, è opportuno inserire all’ interno della scarpa, prima di esporla all’ aria aperta, del borotalco profumato, il quale, oltre ad assorbire l’ umido presente nelle scarpe, le profumerà piacevolmente. Se come accennato avete problemi di funghi è opportuno, almeno una volta alla settimana inserire nella scarpa del bicarbonato di sodio, piuttosto che del borotalco, il quale ha una funzione igienizzante, ricordate però di rimuovere la polvere prima di indossare nuovamente le vostre scarpe. Se ne disponete, molto utile risulta l’ impiego di macchinari al vapore, solitamente adoperati nelle pulizie domestiche di pavimenti, piastrelle, divani, materassi e tappeti. Il getto di vapore infatti, grazie all’ elevata temperatura disinfetta al meglio le scarpe da ginnastica. Oltre a questi accorgimenti da considerarsi quasi giornalieri, è opportuno integrare la pulizia delle scarpe da ginnastica, con un vero e proprio lavaggio con acqua,  a mano oppure in lavatrice. Se le vostre scarpe non risultano particolarmente delicate e soggette a scuciture, adoperate pure la lavatrice a 40 gradi, aggiungendo nella vaschetta del detersivo del bicarbonato di sodio, oppure del detersivo per disinfettare gli indumenti dei neonati. Se invece esse sono delicate lasciatele in ammollo in una bacinella con acqua tiepida e detergente delicato per qualche ora e dopo strofinate delicatamente con un’ apposita spazzola, per rimuovere eventuali tracce di sporco esterne.