Come imparare a cucire

Vi è saltato un bottone e i vostri pantaloni hanno bisogno di un orlo? La vostra sarta di fiducia è troppo impegnata oppure è in ferie? È il caso forse di imparare a cucire per riuscire a tamponare queste piccole emergenze quotidiane. Vediamo come fare per compiere i primi passi con ago e filo.

Ago, filo e bottone: nozioni base

Per imparare a cucire, o almeno provarci, bisognerà munirsi di ago, filo, qualche bottone, degli spilli e un paio di forbici da cucito.

Per esercitarsi, oltre a questo materiale, partiamo da uno degli inconvenienti più comuni, ossia il bottone che salta.

Iniziamo dalla fase di ‘riscaldamento’: se il bottone non è andato disperso, procuratevi un filo dello stesso colore utilizzato per fissare gli altri bottoni. Il filo va inserito nella cruna dell’ago e, sul fondo della gugliata, va fatto un piccolo nodino per fermare i punti di cucitura. Preliminarmente, con delle forbicine, bisognerà tagliare i sottili residui di filo rimasti sulla stoffa dopo il distacco del bottone.

A questo punto si cuce: dal rovescio del tessuto, va infilato l’ago per farlo riemergere sul davanti dal primo buco del bottone. Poi va passato nel secondo buco puntandolo di nuovo sul rovescio, ripetendo l’operazione per quattro, in modo da fissare bene il botto. Se questo possiede quattro buchi, è opportuno compiere la stessa operazione per l’altra coppia di fori.

Ci sono poi i bottoni con un solo gancetto sul retro. Come fare? Basterà passare dentro ago e filo ripetutamente, fermandoli sul tessuto a ogni passaggio.

Rammendare un piccolo buco e fare l’orlo ai pantaloni

Altra situazione tipo riguarda quei piccoli buchi che si creano su t-shirt o calzini, da rammendare tempestivamente per evitare che il buco si allarghi a dismisura e rovini il capo.

Iniziamo dal girare il tessuto sulla parte del rovescio. Accostiamo poi i lembi e cominciamo a cucire facendo dei piccoli punti a forma di graffetta orizzontale, in modo da legare i lembi come se stessimo suturando una ferita. Attenzione a non tirare troppo il filo e a non mettere punti sovrapposti, per evitare l’effetto cicatrice.

Un altro classico del ‘taglio e cucito’ riguarda i pantaloni e l’orlo. Per fare un orlo ai pantaloni, bisogna prima prendere la giusta misura a seconda dei gusti di chi lo deve indossare. Il tessuto eccedente va ripiegato all’interno e poi fissato con degli spilli.

Si inizia a cucire dei piccoli punti, molto leggeri, in diagonale per fermare il risvolto lasciato all’interno. Successivamente, con molta pazienza e precisione, va eseguita tutta la circonferenza per tornare al punto di partenza. Attenzione a non eccedere troppo con il tessuto ripiegato all’interno. Una buona regola vuole che non sia più lungo di tre centimetri.