Come imparare a truccarsi

Chi da bambina, non hai mai giocato a fare la grande con i trucchi della mamma o della sorella maggiore? E quante sono state le volte in cui il risultato finale era più simile ad un quadro di Picasso, anziché ad una giovane donna in procinto di sbocciare in tutta la sua bellezza?

Ebbene, per imparare a truccarsi, oltre che alla giusta conoscenza dei prodotti da utilizzare è necessaria molta ma molta pratica…poichè solo provando ripetutamente, riusciremo ad ottenere dei risultati soddisfacenti. Il primo passo da compiere è studiare bene la conformazione del proprio viso, riconoscere le caratteristiche della pelle, individuarne pregi e difetti e valorizzarli o correggerli il più possibile.

I primi tempi sarà opportuno non esagerare con i prodotti, in quanto meno ne impiegheremo e più possibilità avremo di raggiungere un risultato del tutto naturale ed impeccabile. Come secondo step, dopo aver applicato una valida crema viso, stendere uno strato sottile di fondotinta, che renderà l’incarnato più omogeneo, coprendone le imperfezioni. Fatto ciò, spostare l’attenzione sugli occhi e abbellirli con degli ombretti dalle nuance neutre o dai colori pastello, stendendo poi un sottile strato di matita nella rima interna, la quale conferirà maggiore  intensità e profondità allo sguardo: nuance nera se si hanno occhi scuri, azzurra o verde se si hanno chiari.

Per le guance, preferire un blush rosato, meglio se minerale perché non ostruisce i pori. Dulcis in fundo, donare quel tocco in più con un po’ di mascara, un prodotto che  non dove mai mancare nella trousse di nessuna donna. Molto importante, per non scoraggiarsi, è ricordare che non bisogna mai aspettarsi risultati entusiasmati al primo tentativo, visto che nemmeno Roma fu costruita in un giorno, ma armarsi di trucchi, pennelli e tanta pazienza….provare, provare e provare ancora, finchè  non si otterrà un maquillage a regola d’arte, da far invidia a chiunque.