Come impiattare

Impiattare perfettamente un piatto è una moda molto diffusa negli ultimi anni anche nelle proprie  abitazioni, mentre in passato erano tecniche predilegiate esclusivamente dagli chef e dai grandi esperti di ristorazione. La grande attenzione che è stata rivolta alla cucina ed il conseguente proliferarsi di vari reality show di chef o aspiranti tali, ha fatto si che  si diffondesse molto la cura estetica di un piatto. Come  si suol dire “anche l’ occhio vuole la sua parte” e pertanto, oltre alla cura del gusto equilibrato e goloso di una portata, tenendo conto degli giusti abbinamenti e del bilanciamento delle componenti, vi si affianca una  cura estetica, legata  al dettaglio ed alla gradevole creatività. SE anche voi allora siete stufi di portare in tavola qualcosa che appare sempre come troppo banale o dall’ aspetto appunto casereccio, vediamo insieme come impiattare:

partendo dagli antipasti, possiamo servire delle piccole porzioni di finger food oppure delle mini tartellette ritagliate in forme particolari grazie agli appositi coppapasta e taglia biscotti. Si con siglia sempre di adoperare piatti bianchi, che facciano risaltare e cadere l’ occhio sui colori brillanti del cibo, oppure scegliete piatti colorati che si intonino con le pietanze da portare in tavola. Poi per quanto riguarda i primi, se ad esempio fate un bel risotto, potreste servirlo a forma di cupoletta ad esempio, utilizzando una ciotola da cucina per dare la forma  al vostro risotto. Poi tutto intorno lo decoreremo con dei pezzetti di zucchine ad esempio se si trattava di un risotto alle zucchine, poi qualche ciuffetto di salsette che ben si abbinano e delle scaglie di grana ad adornare il piatto. Per i secondi piatti, potrete sbizzarrirvi come  i grandi chef, con l’ aceto balsamico, arricchendo il piatto di coccioline scenografiche, magari da stendere con un pennellino. Infine per quanto riguarda i dolci o la frutta, potreste servirla intagliata, con apposite alzatine, granella di frutta secca, topping golosi ecc…