come individuare i sintomi di un coagulo

Senza una buona quantità adeguata di sangue nel vostro corpo, si diventa vulnerabili a numerose malattie, alcune delle quali potrebbero rivelarsi pericolose per la vita. A volte, il sangue svolge anche l’importante funzione di coagulazione, ovvero, quando ci si taglia o ferisce, il sangue assume una consistenza più densa, per evitare  un eccesso di  perdita di sangue. Tuttavia, non tutti i coaguli di sangue sono buoni, ma anzi, possono essere molto pericolosi. Molte volte, un coagulo di sangue si può verificare in profondità dentro le vene, soprattutto le vene delle gambe, e non ha nulla a che fare con un infortunio o un taglio. Questa condizione è nota come trombosi venosa profonda (TVP). Questa spiacevole condizione può verificarsi a causa di diversi fattori, i più comuni tra questi includono il fumo, l’obesità, la gravidanza, le malattie cardiache e polmonari, il cancro (in particolare del cervello, delle ossa, del pancreas, delle ovaie e linfomi), chemioterapia, terapia ormonale (come la pillola anticoncezionale), ed a causa di condizioni infiammatorie  come l’artrite reumatoide. L’immobilità è una delle principali cause di trombosi venosa profonda, e di solito si verifica dopo che una persona ha avuto un intervento chirurgico  o un incidente che non gli permette di muoversi liberamente.La gnetica anche svolgere un ruolo enorme nel determinare se una persona è incline a sviluppare trombosi venosa profonda. Tuttavia, in alcuni casi,può verificarsi per nessun motivo apparente. I coaguli nelle vene possono staccarsi, trovare la loro strada per i polmoni e si alloggiare in là, bloccando il flusso di sangue. Purtroppo i sintomi di questo problema non sono troppo lampanti, pertanto potremmo accorgercene quando è troppo tardi. Ma se già sapete di essere predisposte ed avvertite alcuni sintomi, rivolgetevi subito dal medico. Scopriamo insieme allora come individuare i sintomi di un coagulo:

il gonfiore, soprattutto nella gamba e spesso chiamato edema delle gambe, è uno dei sintomi primari e classici della trombosi, ed anche se può essere associato anche ad altro, è una ragione sufficiente per sospettare un coagulo. anche il dolore associato al gonfiore della gamba, va controllato. Anche il colorito insolito è un campanello d’ allarme, infatti una persona che ha un coagulo di sangue alla gamba può sentire un calore inusuale nella zona in cui il coagulo si è sviluppato. Poiché un coagulo di sangue è, essenzialmente, un trauma della vena, provoca infiammazione delle vene, che si manifesta con una colorazione visibile sulla superficie della pelle. Spesso si associano anche debolezza, si può avere qualche decimo di febbre, fiato corto, dolore al petto, tosse, sudorazione eccessiva.