Come innestare le rose

L’ innesto è una particolare tecnica di giardinaggio che viene  adoperata allo scopo di ottenere un’ unica pianta composta da specie diverse. La  pianta ospitante è il portainnesto, quella innestata è il nesto. Per dar vita a questa operazione non occorre essere espertissimi, vi basterà seguire dei semplici consigli che vi illustrano come innestare le rose:

per le rose si predilige l’ innesto cosiddetto  a gemma, da  effettuare tra giugno e settembre. Per cominciare il vostro lavoro preferite un luogo che abbia una temperatura che si assesta intorno ai 25 gradi, la pianta inoltre pur necessitando di sole, i raggi solari non dovranno colpirla direttamente, rischiereste infatti che la stessa si bruci, optate pertanto per un posto al riparo, magari aiutandovi con delle tende oppure sfruttando punti più riparati di terrazze e balconi.

Dopo aver individuato il punto giusto, scegliete una gemma in salute e sinceratevi di  aver staccato tutta la corteccia dal legno in maniera  accurata. Passate quindi alla fase dell’ innesto vero e proprio, eliminando foglie, corteccia dal ramo e picciolo della nuova gemma da innestare ( il nesto). Procedete staccando con precisione la gemma dal ramo dal quale è nata, dove vedrete con ogni probabilità formarsi una sagoma  a forma di T  nel punto esatto dove la gemma è stata staccata con delicatezza ed è proprio li che con appositi materiali da giardinaggio andrete  a legare il vostro innesto, andando a coprite la forma  a  T che si è venuta  a creare.  Dopo questa operazione lasciate in questo stato per un mese senza fare null’ altro e trascorso il tempo utile controllate se il  vostro innesto è  andato  a buon fine,  andando  a slegare il vostro materiale da giardinaggio adoperato per la legatura ed in caso affermativo attendere il nuovo germoglio che avverrà in primavera. Provvedete poi alla corretta potatura e curate  il vostro innesto fino  a quando non sbocceranno le vostre belle rose.