Come insegnare a pedalare ai bambini

Esistono svariate dritte per conquistare l’equilibrio e la sicurezza sulla bicicletta. Il nostro primo approccio con i pedali avviene sul triciclo in cui però siamo seduti comodamente e sostenuti dalle rotelle laterali. Quindi dato che una prima esperienza con le ruotine laterali la si ha da piccolissimi, possiamo anche adottare un’altra tecnica per insegnare a pedalare ai bambini, vediamo assieme allora, come insegnare a pedalare ai bambini:

Una delle tecniche più semplici è quella dello “skateboard”, in cui quello che conta è spingere solo coi piedi a terra! Così si evitano maggiori cadute, sbucciature di ginocchia e è utile a tutte le età. Inizialmente facciamo sedere il bimbo sulla sua bicicletta, abbassando al massimo la sella. Una cosa molto importante è che la bici deve essere adatta all’altezza del bambino, il quale deve riuscire ad arrivare con i piedi per terra. A questo punto, cerchiamo di fargli capire che solo spingendo sui suoi piedini la bici andrà avanti, proprio come uno skateboard. Dato che si avranno a terra tutte e due i piedi, i problemi di equilibrio saranno molto meno così come la paura di cadere e farsi male.  E’ ideale farli iniziare cercando di andare dritto, poi ruotare, poi fare un otto, insomma un graduale avvicinamento a manovre sempre più complesse. Divertitevi a osservare le spinte: prima saranno di qualche centimetro, poi di un metro, poi diventeranno delle lunghe “planate”. Il bambino quindi divertendosi , man mano, non si accorgerà nemmeno che ha oramai acquisito l’equilibrio e le fiducia nel mezzo. Facciamo alternare spinte a momenti di stallo in cui si poggiano i piedi sui pedali, dopodiché fategli provare la pedalata. Questo sistema ha diversi lati positivi: ad esempio, dato che le ruotine laterali non vengono proprio utilizzate, si elimina l’abitudine a questa scorciatoia e la successiva traumatica separazione. In questo modo, i tempi di apprendimento si accorciano notevolmente, in base al tempo che si ha a disposizione.