Come insegnare ai bambini a soffiare il naso

I bambini fin da piccoli hanno bisogno di tenere il naso pulito e libero da ogni residuo di muco. Fino ad una certa età può pensarci la mamma o il papà, ma quando comincia a crescere, il soffiarsi il naso da soli deve diventare un’altra competenza da acquisire da parte del bambino. C’è chi ci impiega più tempo o meno tempo, tutto dipende molto dai genitori e dal livello di apprendimento del bambino. Ecco tre semplici consigli su come insegnare ai bambini a soffiare il naso.

Il primo consiglio è quello di far capire al bambino quanto è importante soffiare il naso ed averlo pulito. Bastano poche e semplici parole da parte di mamma e papà affinché il piccolo si senta motivato e in grado di farlo. Seppure all’inizio fa dei tentativi senza riuscirci, è importante che lo si elogi sempre e lo si inciti finché non riesce nell’intento. Non pretenderete di certo che ci riesca al primo tentativo. Dategli del tempo, ogni bambino ha il suo!

Il secondo consiglio per insegnare ai bambini come soffiare il naso è quello di fare un gioco educativo. Divertendosi il piccolo avrà imparato un primo gesto di autonomia. Procuratevi una piccola e leggera pallina insieme ad una scatola di cartone. Il piccolo soffiando solo con il naso dovrà riuscire a fare goal facendo entrare la palla nella scatola. Essendo un gioco educativo, i genitori dovranno anche loro mettersi in gioco coinvolgendo il piccolo anche con un premio finale per chi farà più gol.

Il terzo consiglio è quello di farsi imitare. Durante i primi tre anni di vita i bambini osservano tanto e imitano spesso gli atteggiamenti degli adulti che li circondano. Proprio per questo motivo prendere un fazzoletto e incitare il bambino con frasi “Fai così!”, “Fai come mamma!”, “Tira fuori tutto l’aria solo con il nasino!”, può sicuramente aiutare.