come insegnare al un cane ad andare al guinzaglio

La passeggiata giornaliera con il cane diventa un incubo ogni volta perché non sa andare al guinzaglio? Dovete sapere che il guinzaglio è uno strumento che non deve essere inteso come una maniglia per vincolare il vostro amico a quattro zampe ma deve in modo semplice e rispettoso assecondare un movimento, quello del cane. Vediamo allora come insegnare al cane ad andare al guinzaglio.

Per insegnare questa cosa al cane c’è bisogno non di focalizzarsi sul cane ma sulla presa del padrone, su come questo mantiene il guinzaglio. Partendo dal fatto che i cani sono in grado di percepire ogni tipo di sensibilità umana, portare o mantenere il guinzaglio con forza e violenza non fa altro che rendere il cane ancora più nervoso, in particolare durante il momento della passeggiata che dovrebbe essere rilassato e spensierato.

La cosa migliore sarebbe quella di tenere il baricentro del cane dentro di sé ed avere quindi la stabilità dei suoi movimenti senza che si sente tirare da niente e nessuno. Lui deve sentirsi libero da eventuali costrizioni che la presa al guinzaglio può creare.

Se il padrone mantiene il guinzaglio con forza, anche il cane esercita una forza pari o superiore a quella a cui è sottoposto. Come d’altronde ci comportiamo anche noi se qualcuno tenta di tirarci all’indietro: quasi inconsciamente la nostra reazione sarà quella di riprodurre una forza in avanti che ci farà liberare da questa presa. Ecco, anche il cane si comporta allo stesso modo.

Quindi per insegnare al cane ad andare al guinzaglio dovrete necessariamente portarlo in questo modo: lasso e molle, che non tira il collo del cane e non eserciti una forza. Solo così sia il padrone ma soprattutto il cane potranno godersi una passeggiata tranquilla magari divertendosi anche.